Acr Messina
Acr Messina shock: domina per oltre un’ora ma perde a Rende chiudendo in 9-Cronaca e tabellino

Acr Messina shock: domina per oltre un’ora ma perde a Rende chiudendo in 9-Cronaca e tabellino


Dopo il tris dei calabresi la doppietta di Aliperta.

È una sconfitta che sa di grande beffa quella subita dall’Acr Messina sul pessimo, per usare un eufemismo, campo del Rende con più fango che erba. Prestazione maiuscola della truppa di Novelli che sfiora in paio di occasioni il vantaggio ma va sotto grazie alla rete di Gozzerini. Continuano a giocare bene i siciliani ma restano in 10 per il rosso a Cristiani e subiscono anche il raddoppio prima dell’intervallo con Garritano.

Nella ripresa i calabresi trovano anche il tris con Ferchichi ma i biancoscudati non ci stanno e accorciano due volte con Aliperta, prima con una botta chirurgica e poi con una punizione velenosa. Chiudendo in 9, per il rosso anche a Lomasto, Foggia e compagni provano il forcing sfiorando anche il pali nel finale. CLICCA QUI per vedere la classifica. Qui di seguito cronaca e tabellino.

PRIMO TEMPO: Al 4’ subito Messina pericolosissimo: Aliperta da calcio piazzato pesca la testa di Foggia che incorna bene, Quintiero vola e riesce a smanacciare. Al 6’ ancora siciliani: Arcidiacono riceve da Giofrè a sinistra, si accentra e calcia, Quintiero in due tempi riesce a bloccare. Sul ribaltamento di fronte proteste Rende: lancio lunghissimo, Gozzerini si invola a tu per tu con Lai in sospetta posizione di fuorigioco e nel tentativo di calciare viene contrastato cadendo reclamando il rigore, per l’arbitro è tutto regolare. Partita vibrantissima sin dalle prime battute, entrambe le squadre tengono alti i ritmi. Al 9’ Rende vicino al gol: corner di Palermo sul secondo palo, Piscopo stacca bene sfiorando il palo. Campo in pessime condizioni, la palla fatica a rimbalzare sin dai primi minuti. Al 14’ Rende avanti: Brugnano alza la testa e lancia in profondità, Gozzerini buca i due centrali messinesi, scarta Lai in uscita e deposita in rete, è 1-0. Il Messina risponde quattro minuti dopo: Cretella recupera palla e appoggia a Cristiani che scarica col destro dal limite, il portiere calabrese blocca in due tempi. Ancora Messina al 19’: Cretella ancora per Vacca che calcia bene, Quintiero si supera e riesce a deviare. Il campo condiziona tanto e condiziona il ritmo che rallenta a causa dell’impossibilità di giocare palla a terra. Al 42’ piove sul bagnato, è il caso di dirlo, per il Messina: Giofrè calcia sul corpo di Garritano in disimpegno, Gozzerini si invola, salta Cascione e viene atterrato da Cristiani ultimo uomo sul limite dell’area, per l’arbitro è fallo e rosso al centrocampista biancoscudato, Messina in 10. Al 44’ il Rende raddoppia: la punizione viene calciata da Palermo sulla barriera, palla che schizza sui piedi di Garritano in sospetto offside che tutto solo in area gonfia la rete, è 2-0. Al 45’+2 ci prova la truppa di Novelli: Aliperta calcia dal limite, doppia deviazione e Quintiero blocca. Finisce così la prima frazione, Rende-Acr Messina 2-0.

SECONDO TEMPO: Pronti-via e Rende pericoloso: Cassaro appoggia a Palermo che spara una botta dai 30 metri, palla fuori non di molto. Al 51’ il Rende fa tris: Lo Cascio in progressione salta due difensori siciliani e appoggia a Ferchichi che in modo glaciale batte Lai, è 3-0. Reazione d’orgoglio dell’Acr che al 55’ accorcia: Aliperta scambia con Foggia e scarica un chirurgico mancino dal limite all’angolino, è 3-1. Al 57’ il Messina riapre clamorosamente il match: punizione di Aliperta dai 25 metri, palla sopra la barriera che termina la sua corsa all’angolino, è 3-2. Al 67’ ancora Messina pericoloso: punizione del solito Aliperta dal limite, Quintiero riesce a respingere, Lomasto si avventa sulla ribattuta ma viene probabilmente strattonato e cade, per il direttore di gara è tutto regolare. All’80’ Messina ad un passo dal pari: sugli sviluppi di un corner torre di Lomasto per Foggia che prova la zampata, Quintiero ancora una volta si supera e smanaccia. All’84’ ennesima doccia fredda per Novelli: l’arbitro giudica troppo duro un tackle di Lomasto e gli sventola in faccia il rosso diretto, messinesi in 9. Al 90’ Messina ad un passo dal pari: Sabatino crossa teso, Foggia in torsione non inquadra lo specchio per pochi centimetri. Finisce così, Rende-Acr Messina 3-2.

IL TABELLINO:

RENDE (3-5-1-1): Quintiero; M. Novello, Cassaro, Piscopo; Lo Cascio, Ferchichi, F. Palermo, Cipolla (81' Regnante), Brugnano; Gozzerini (64' Palma); Garritano (93' G. Novello). A disp.: G. Palermo, Mosciaro, Della Rocca, Brandi, Riconosciuto, Mazzotta. All. Napoli.

ACR MESSINA (4-3-2-1): Lai 00; Cascione 00, Lomasto, Sabatino, Giofrè 01 (51' Mazzone 01); Cristiani, Aliperta, Vacca (89' Bollino); Cretella 02 (46' Crisci 02), Arcidiacono (46' Manfrellotti); Foggia. A disp.: Manno 00, Boskovic, Izzo 02, Bellopede 99, Saindou 01. All. Novelli.

ARBITRO: Gandino di Alessandria (El Filali-Pinna).

MARCATORI: 14' Gozzerini, 44' Garritano, 51' Ferchichi, 55', 57' Aliperta

NOTE: ammoniti Quintiero, Palma. Espulsi: al 42' Cristiani per fallo su chiara occasione da gol; all'84' Lomasto per gioco pericoloso.

Dario Li Vigni
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0

Contattaci

per inviarci i tuoi articoli

Inserisci

le nostre news sul tuo sito

Seguici

sulla nostra pagina facebook

Seguici

sulla nostra pagina twitter

Seguici

sul nostro canale telegram
GoalSicilia.it © 2021 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...