Paternò
Inciampa un comunque ottimo Paternò: la Gelbison espugna il “Falcone-Borsellino”-Cronaca e tabellino

Inciampa un comunque ottimo Paternò: la Gelbison espugna il “Falcone-Borsellino”-Cronaca e tabellino


Con una rete per tempo dell'ex Khoris e di Gagliardi, i campani si lanciano in vetta

 

Al “Falcone-Borsellino” di Paternò, in un inatteso lunedì, va in scena il big match della 9^ giornata del girone I del campionato di Serie D, posticipato a causa dell’emergenza meteo che ha attanagliato la provincia etnea. In campo scendono le uniche due compagini ancora imbattute, con il Paternò la capolista Gelbison a tre lunghezze di distanza ma con una partita in meno, quella con il Biancavilla, che verrà recuperata il 10 novembre. Al termine di una partita combattuta, sono i campani ad avere la meglio grazie ad un gol per tempo. CLICCA QUI per vedere la classifica. Di seguito la cronaca ed il tabellino.

PRIMO TEMPO: Come consuetudine nella gare casalinghe, il Paternò parte fortissimo ed ha subito due grandi occasioni con Mascari. La prima all’8’ quando, dopo una punizione a due Basualdo-Cangemi, la palla viene crossata sul secondo palo dove staziona Guarnera, torre di testa per Mascari che incorna sottomisura ma trova il riflesso felino di D’Agostino che respinge. La seconda occasione arriva un minuto dopo sul filtrante di Camara, il numero nove rossazzurro batte dalla corta distanza ma è ancora bravo il portiere avversario. Il primo squillo dei campani arriva al 10’ con un sinistro dalla distanza di Oggiano sventato da Latella. Il Paternò torna subito a spingere ed al 16’, su un cross da destra di Bisconti, la zuccata di Cangemi si spegne a lato alla destra del portiere del Gelbison. Al 17’ il Paternò recrimina per un gol annullato a Cangemi che, dopo un fantastico colpo di testa di Mascari infrantosi sul palo, era stato il più lesto a depositare in fondo al sacco. Per gli ospiti è sempre Oggiano a creare le occasioni migliori, come al 26’, quando il suo sinistro si spegne di poco fuori e soprattutto quando, al 35’ , un suo tocco morbido dal fondo trova lo stacco di Khoris che porta avanti gli ospiti. Proprio Khoris, l’ex di turno che, per rispetto dei suoi ex tifosi, non esulta. Il primo tempo termina senza ulteriori sussulti con il Paternò sotto nel punteggio ma che avrebbe meritato molto di più.

SECONDO TEMPO: Nella ripresa il Paternò inserisce la punta Foderaro al posto di Guarnera per provare ad acciuffare il pari, ma le occasioni latitano. La prima occasione arriva al 58’ da calcio da fermo: Basualdo batte una punizione al limite dei 16 metri, la palla viene deviata dalla barriera e si spegne a fil di palo, con il portiere che nulla avrebbe potuto qualora il tiro fosse finito nello specchio della porta. Al 61’ un episodio che fa arrabbiare gli etnei. Su una incursione da sinistra di Foderaro e conseguente destro, pare esserci un tocco di mano del difensore campano a fermare tutto, ma l’arbitro non riscontra gli estremi per il penalty e lascia giocare. Dopo venti minuti della ripresa, arriva lo squillo del Gelbison con un destro di Graziani alto sulla traversa. Il Paternò vuole a tutti i costi il pari e lo sfiora al 68’ con Camara il quale, raccoglie la respinta della barriera sulla punizione di Basualdo, manda alto sulla traversa. Nel momento di maggior sforzo dei padroni di casa per trovare il pari, arriva il raddoppio degli ospiti. È il 74’ quando, dopo un traversone dalla destra, Latella manca la palla in uscita alta, forse disturbato da un avversario, la sfera finisce sui piedi del nuovo entrato Gagliardi il quale, con il portiere fuori causa, deve solo prendere la mira ed insaccare per il più facile dei gol. Con il punteggio sul 2-0 per gli ospiti, il Paternò prova a buttare il cuore oltre l’ostacolo, sfiorando il gol in due occasioni in pieno recupero, al 93’ con Rizzo ed il suo sinistro a giro di pochissimo alto sulla traversa ed al 95’ con il destro di Camara che fa la barba al palo. Termina una partita nella quale i padroni non hanno assolutamente demeritato, dimostrando al contempo di meritare la classifica attuale e dove la Gelbison ha sfruttato cinicamente le occasioni create.

IL TABELLINO:

PATERNÒ (3-5-2): Latella; Dama (72' Puglisi), Scoppetta, Bontempo; Bisconti (62' Catania), Palermo (62' Mangiameli), Basualdo (78'Rizzo), Cangemi,Guarnera (46' Foderaro); Mascari, Camara. A disp.: Busà, D’Anca, Fofana, Zappalà. All. Torrisi.

GELBISON (3-5-2): D’Agostino; La Gamba (62' Gagliardi), Gonzalez,Cardore (54' Ambro);Pinto (62' Barbetta), Uliano, Graziani, Conti, Fois (71' D'Angelo); Oggiano, Khoris (80' Frulla). A disp.: Gesualdi, Ferrara, Corado, Chinnici . All. Esposito.

ARBITRO: Moretti di Firenze (Gookoooluk-De Simone).

 MARCATORI: 36' Khoris 74' Gagliardi

NOTE: Ammoniti: Pinto, La Gamba, Dama, Mascari, Palermo, Graziani, Camara, Basualdo, D'Agostino.

Luigi Sambataro
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2021 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...