Akragas
 
 
 

Akragas: non resta che aspettare e sperare...


Delusione in casa biancazzurra dopo la sconfitta di questo pomeriggio con la Juve Stabia.

Akragas: non resta che aspettare e sperare...

Non resta che aspettare: ci credeva l’Akragas, ci credeva mister Di Napoli, ci credevano gli oltre duemila tifosi biancazzurri presenti oggi all’Esseneto e ci credeva anche tutta la Agrigento sportiva, ma il secondo tempo del match contro la Juve Stabia ha rappresentato il definitivo ingresso nelle sabbie mobili del campionato per Il Gigante.

Il primo tempo sembrava di studio, l’impressione era quella avuta nel match contro la Casertana, poi vinto con una rete nella ripresa dai biancazzurri; invece, quel copione non si è purtroppo ripetuto e nel giro di pochi minuti la salvezza diretta da vicina si è dileguata fino quasi a disperdersi nell’orizzonte di un campionato in cui bisognerà soffrire fino alla fine: prima l’espulsione di Pezzella, poi dopo pochi secondi la rete di Ripa, un uno-due che ha spezzato le gambe agli uomini di Di Napoli e, da quel momento in poi, la Juve Stabia ha fatto valere la propria superiorità tecnica.

Poco da dire e poco da aggiungere, serve solo aspettare cosa il destino del torneo ha in serbo per l’Akragas e fin dove il cuore biancazzurro, che comunque non è mancato anche oggi e che è riuscito a far giocare una salvezza ad una squadra data già per spacciata a gennaio, riuscirà ad arrivare lì dove non arrivano oramai le gambe e, forse, anche la mente. L’ultima giornata, è un tutti contro tutti: si andrà a Monopoli, che può anche perdere con un gol di scarto visto il vantaggio negli scontri diretti dovuto alla vittoria all’andata ottenuta dai pugliesi all’Esseneto, nel frattempo Catanzaro e Vibonese sono anch’esse lì a quota 38, pronte a sperare in un passo falso dei biancoverdi ma al tempo stesso anche ad una non eccessiva vittoria dell’Akragas per poter anche loro avere chance di salvezza diretta. In poche parole, ci potrebbero essere quattro squadre a 41 punti al fischio finale del campionato, tutte appaiate per l’ultimo posto disponibile per rimanere in Lega Pro senza passare dallo strazio dei play out e lì, a quel punto, sarà necessario soltanto sperare che, conti alla mano, si hanno i risultati giusti per brindare negli spogliatoi.

L’Akragas deve vincere, ma deve anche fare più di due gol: alla fine della stagione regolare, gli uomini di Di Napoli potrebbero ritrovarsi salvi, così come però anche quintultimi, quartultimi o terzultimi. Un fatto strano, che denota l’equilibrio del campionato, un fatto però che forse può ancora dare qualche sprazzo di luce ai tifosi agrigentini: nessuna delle squadre ancora impegnate nella lotta salvezza può permettersi di fare calcoli, bisogna soltanto per ciascuna cercare di fare più reti dei rispettivi avversari ed è proprio una mente libera da calcoli che potrebbe far tirare agli uomini di Di Napoli quel carattere che spesso durante il torneo li ha accompagnati fuori da brutte situazioni.

Non è stato un bel vedere quest’oggi all’Esseneto, ma è anche difficile trovare cause del 3-1 subito da una Juve Stabia oramai sicura dei play off: forse è finita la riserva nelle gambe, forse gli occhi troppo rivolti alla classifica, forse soltanto l’episodio di aver subito da una squadra importante due reti nel momento in cui si è rimasti in dieci, di sicuro c’è che l’Akragas non ha nelle sue mani più il proprio destino e può solo quindi aspettare, cercando di fare a Monopoli la migliore prestazione possibile. Solo al fischio finale di domenica prossima si potrà capire di più e da lì, a prescindere dalla classifica con cui concluderà l’Akragas, tirare il fiato e lasciarsi alle spalle pressioni e problemi in attesa di sapere in che modo i biancazzurri potranno giocarsi la permanenza in Lega Pro: non resta per l’appunto, dopo la sconfitta odierna, solo che aspettare.

Si autorizza l'uso dei contenuti ai fini di cronaca, a condizione di citare GoalSicilia.it come fonte, in base alla legge n. 633/1941 sul diritto d'autore
Mauro Indelicato

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 
 
 

Articoli correlati

31/03/2018 - Akragas il cuore non basta più: sconfitta con la V. Francavilla e matematica retrocessione-Cronaca e tabellino11/03/2018 - Akragas, è resa? La Juve Stabia vince in scioltezza 7-0-Cronaca e tabellino03/03/2018 - Lecce corsaro in Sicilia, battuta una buona Akragas-Cronaca e tabellino25/02/2018 - Akragas orgoglio e beffa: prima il pari, poi il Bisceglie vince al 95’-Cronaca e tabellino28/01/2018 - Akragas rabbia e sconforto: Paganese vince, ma che rammarico-Cronaca e tabellino21/01/2018 - Amarezza Akragas: grande partita, ma a far festa è il Monopoli-Cronaca e tabellino30/12/2017 - Akragas, la grinta c’è ma manca il resto: il Rende vince 2-0 senza troppa fatica-Cronaca e tabellino10/12/2017 - Akragas, è buio pesto: il Fondi si impone 3-018/11/2017 - Batosta per l’Akragas: con la Fidelis Andria finisce 1-5 senza troppe attenuanti-Cronaca e tabellino12/11/2017 - Akragas condannata da... siciliani: a vincere è la Virtus Francavilla 2-0-Cronaca e tabellino07/11/2017 - Akragas la riscossa non arriva, il Cosenza si impone 2-0-Cronaca e tabellino03/10/2017 - Akragas bella ma ingenua e sfortunata: il Catanzaro vince 3-1-Cronaca e tabellino02/09/2017 - Harakiri Akragas: da 2-1 a 2-3 in cinque minuti, esulta il Rende-Cronaca e tabellino26/08/2017 - Akragas k.o.: biancazzurri sconfitti di misura a Matera-Cronaca e tabellino30/04/2017 - Akragas ingenua, la Juve Stabia vince 3-1 col minimo sforzo-Cronaca e tabellino23/04/2017 - Akragas, che beffa: il Cosenza vince 1-0 con una punizione magistrale-Cronaca e tabellino09/04/2017 - Akragas: necessario rifiatare prima del rush finale09/04/2017 - Akragas stanca: Paganese vince 2-1 sbloccando con rigore molto dubbio-Cronaca e tabellino05/03/2017 - Akragas, solita beffa nel finale: la grinta non basta, con la Fidelis Andria è 1-0-Cronaca e tabellino18/02/2017 - Akragas che beffa: il Catanzaro segna al 90’ facendo fallo su Pane e vince 1-0-Cronaca e tabellino04/02/2017 - Akragas volenterosa, ma la Virtus Francavilla è spietata e vince 2-0-Cronaca e tabellino29/12/2016 - Akragas: Lecce forte e vince 2-0, ma quanti rammarichi!-Cronaca e tabellino17/12/2016 - Buio pesto Akragas, Monopoli vince 2-1 e fa festa all’Esseneto-Cronaca e tabellino10/12/2016 - Akragas poco incisivo, Juve Stabia vince 1-0 col minimo sforzo-Cronaca e tabellino06/12/2016 - Akragas con tanto cuore, ma all’Esseneto è il Cosenza a vincere 3-1-Cronaca e tabellino27/11/2016 - Akragas, niente da fare con la Paganese: 2-0 e poco da recriminare-Cronaca e tabellino30/10/2016 - Akragas il cuore non basta: il Matera cala il tris che vale tre punti-Cronaca e tabellino16/10/2016 - Akragas, che beffa nel finale! L'Andria pareggia al 93'02/10/2016 - Akragas, finisce con un pari a reti involate la sfida contro il Catanzaro-cronaca e tabellino14/09/2016 - Contro l’Akragas a far festa è il Fondi: l’ex Tiscione e Iadaresta firmano il 2-0-cronaca e tabellino04/09/2016 - Akragas, che disfatta: è 4-1 a Lecce, doppi Torromino e Caturano ribaltano l’eurogol di Zanini-cronaca e tabellino
GoalSicilia.it © 2018 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
free circle glug palermo free circle glug sicilia sputnix linux palermo hacking palermo informatica palermo associazione linux lug palermo