Marina di Ragusa
Marina di Ragusa, Utro a GS.it: ­“­Nostro progetto dimostra che i soldi non sono sinonimo di vittoria. Sul mio futuro...“

Marina di Ragusa, Utro a GS.it: ­“­Nostro progetto dimostra che i soldi non sono sinonimo di vittoria. Sul mio futuro...“


Le esclusive di Goalsicilia.it-Parla il mister 

Ospite del "Salottino Goalsicilia" parla l'allenatore del Marina di Ragusa, Salvatore Utro. CLICCA QUI per vedere il video della trasmissione.

STOP AI CAMPIONATI "Davanti a questa pandemia c'è poco da dire, nei dilettanti, la ripresa è ingestibile e lo stop è dovuto. Il nostro calcio vive di sponsorizzazioni ed è normale avere una ripercussione pesante. Spero che adesso, a bocce ferme, facciano delle riforme intelligenti per ridare vigore al calcio dilettantistico e non riforme per accontentare qualcuno. La D un campionato importante che deve guardare più verso al professionismo che ad una mentalità da dopo lavoro".

MARINA PROGETTO VINCENTE "La storia insegna che i soldi non sono sinonimo di vittoria altrimenti chiunque potrebbe vincere. Noi siamo stati bravi a trovare le persone giuste, una grande sinergia tra le parti, siamo partiti tre anni fa in Promozione, abbiamo sposato un obiettivo comune e lo abbiamo portato avanti. Siamo partiti con un gruppo di fuoriclasse locali che hanno fatto una scelta di vita scegliendo di giocare nel Marina. Abbiamo fatto qualcosa di incredibile stando attenti ai numeri e spendendo poco: abbiamo sempre stabilito un budget a inizio anno e su quello lavorato, mai abbiamo fatto il passo più lungo della gamba. Per noi è più importante sapere dove e quando spendere e bisogna sottolineare che questa società sta rispettando gli impegni anche in un momento di emergenza come questo".

STAGIONE IN CORSO "Quest'anno per noi è stato importante, siamo entrati in una categoria come la Serie D che ha un elevato tasso tecnico e tempi di gioco molto più veloci. Faccio i complimenti al presidente e a tutta la società perché, a differenza di altre realtà, fa le cose che si può permettere: abbiamo costruito una squadra con tanti giovani, scelto degli over che potevano dare tanto alla causa, siamo stati bravi ad avere coraggio ed eravamo sulla buona strada verso la salvezza. Abbiamo fatto un girone di ritorno strepitoso e viaggiavamo spediti. Penso che in tutti i campionati le retrocessioni saranno bloccate, non credo si giocheranno spareggi".

GAVETTA "La gavetta è importante, ti aiuta a crescere. La Promozione e l'Eccellenza sono categorie dure che ti formano. Bisogna sempre condividere le proprie idee con i ragazzi perché i calciatori non sono soldatini, con loro bisogna trovare un principio comune, essere chiaro e farti capire. Più che i sistemi di gioco, conta il coraggio, un gruppo che ti segue e che è coinvolto nell'idea di un allenatore".

FUTURO "Qualche chiamata c'è stata, chiacchierate tranquille e scambi di punti di vista. In questo momento non ci sono i presupposti per parlare di futuro. Io sono un tesserato del Marina, rispetto e sento la mia società e non faccio mercato. Acireale? Mai dire mai, oggi i granata hanno un grande allenatore come Pagana, poi in un futuro più lontano chissà, Acireale è una di quelle piazze dove tanti sognano di allenare. Palermo? Penso sia il sogno di tutti i palermitani che fanno gli allenatori, allenare i rosanero. Sarebbe un privilegio e un'opportunità immensa. Già quest'anno essere entrato al 'Barbera' come avversario è stato un'emozione unica, soddisfazione ancora più grandi perché ci sono arrivato con le mie gambe dopo tanti anni di sacrifici".

Vittorio Damiani
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2020 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...