Eccellenza A
Parmonval, Mutolo a GS.it: 'Salvezza passa da prossime 2 gare. Miglior difesa? Meriti a tutti, ma Tarantino...'

Parmonval, Mutolo a GS.it: 'Salvezza passa da prossime 2 gare. Miglior difesa? Meriti a tutti, ma Tarantino...'


Le esclusive di Goalsicilia.it-il tecnico dei mondelliani.

È considerato uno stratega, per certi versi un volpone, ma sicuramente uno dei tecnici più capaci della categoria. Parliamo di Corrado Mutolo, allenatore che sta guidando la Parmonval verso una salvezza che ad inizio stagione sembrava insperata vista la giovanissima media età dei suoi ragazzi. Queste le parole del tecnico a Goalsicilia.it.

Mister, a piccoli passettini questa lotta salvezza si fa interessante...

“Sicuramente sì. Negli ultimi 10 anni, giusto per non andare troppo indietro, non credo ci sia stato un campionato così agguerrito dove tutti i giochi sono aperti a così poche giornate dal termine. Fino all’ultimo credo che non si potrà dare nulla per scontato”.

Domenica scorsa un buon pari con il Mussomeli, anche se il direttore Castronovo ha detto che è rimasto un po’ d’amaro in bocca...

“Sono sincero, fuori casa stiamo raccogliendo meno di quanto meritiamo. In trasferta ci esprimiamo meglio che in casa, il nostro campo quest’anno ha dato qualche problema. A Caltanissetta eravamo in vantaggio e poi per uno svarione hanno pareggiato. A Paceco per la prima ora meritavamo i tre punti, però al primo tiro in porta abbiamo preso gol. Insomma tutti campi dove prima del match avremmo firmato per il pari, dopo la partita resta amaro in bocca. A Mussomeli, anche a detta degli avversari, meritavamo di ottenere i tre punti. Abbiamo tenuto il pallino del gioco per tutto il match, tranne un quarto d’ora, e non siamo stati bravi a sfruttare le tre o quattro palle gol create”.

In ogni caso la squadra dimostra sempre di essere viva...

“Esatto, bravissimo. Non dico che posso stare sereno perché siamo in piena lotta per uscire dai play out, ma sono fiducioso visto che i ragazzi lavorano bene. Spero che un pizzico di fortuna ci accompagni in questo finale, ma a prescindere dalla buona sorte dobbiamo sfruttare il doppio turno interno”.

Appunto ora due sfide casalinghe di fila, contro squadre che sembrano essersi ritrovate, Marsala e Riviera...

“Noi, escludendo la partita a tavolino, non vinciamo un match da due mesi. Però, per prestazioni e credo anche per meriti, potevamo avere qualche punto in più. Ho una rosa un po’ ristretta, questo spero non ci penalizzi. L’unico attaccante che poteva darci una mano a gara in corso, anche se classe 1999, venerdì scorso si è rotto il braccio quindi ne approfitto per fargli i migliori auguri. Bonito ci è mancato, visto che non possiamo contare su di lui da un mese e mezzo. Ci tengo a sottolineare però che non ci devono essere alibi. Sappiamo che queste due gare in casa potrebbero rappresentare quasi una svolta, uno sprint per questo finale. I ragazzi martedì sono arrivati al campo carichissimi, sappiamo tutti che questo è un jolly che non possiamo sbagliare”.

Dopo le prime Troina e Paceco che ne hanno subiti 13, siete la miglior difesa con appena 14 reti incassate. A chi i meriti?

“Premetto che Ciccio Tarantino è uno dei migliori portieri in circolazione, sia di Eccellenza ma anche a livello di serie D. Detto ciò, i meriti vanno divisi a tutta la squadra. Subiamo al massimo tre o quattro tiri a partita, lavoriamo tutta la settimana a livello tattico in modo molto attento. A me non piace prendere meriti, lascio questo compito di elogiarmi o criticarmi agli altri. Non facciamo catenaccio come dice qualcuno, siamo stati costretti a farlo solo a Troina. Purtroppo abbiamo uno dei peggiori attacchi, ma al termine del campionato farò un video per far ricredere qualcuno visto che finora abbiamo creato una cinquantina di palle gol non sfruttate. Comunque ribadisco, meriti a tutti, i ragazzi si allenano come professionisti. Abbiamo dei limiti e purtroppo li stiamo pagando, però si applicano e mi seguono alla lettera. Questo è un piccolo risultato e mi auguro che sarà accompagnato dalla salvezza diretta”.

Ti metto in difficoltà. Il Pisa in serie B ha subito appena 15 gol. Tutti danno i meriti non alla squadra ma a Gattuso. Perché alla Parmonval non è tutto merito di mister Mutolo?

“Beh (ride, ndr), non credo sia così dai. Io non amo apparire, non mi faccio intervistare per auto-elogiarmi, sotto questo punto di vista sono molto introverso. Ti ripeto, preferisco essere apprezzato o criticato dagli altri. Posso dirti che ormai sono un veterano della categoria, quindi bene o male conosco tutti e so come affrontarli. Credo però che la migliore difesa è l’attacco, quindi riusciamo a difenderci bene proprio perché cerchiamo di giocare sempre la palla, anche se raccogliamo meno di quanto creiamo”.

Non ti chiedo di entrare nel dettaglio “decisioni arbitrali”, ma ti chiedo: come si può migliorare questa situazione?

“Basterebbe un po’ più di attenzione da parte degli organi competenti per poterla gestire meglio. È vero che ci sono dei costi ed un budget da rispettare, ma ci vorrebbe più attenzione da parte degli organi tecnici, accompagnata dalla collaborazione tra società, arbitri e addetti ai lavori. Io non credo assolutamente alla malafede, però ti faccio un esempio generico. Se ad una squadra del trapanese dai un arbitro o assistenti di Trapani, un pizzico di sudditanza probabilmente l’avranno. Sanno che se sbagliano vengono criticati, se favoriscono l’una o l’altra vengono criticati, quindi bisognerebbe evitare queste situazioni”.

È anche vero che domenica avete avuto un arbitro bolognese e non è andata benissimo...

“Sì, come ha detto l’avvocato Castronovo ci sono davvero tanti arbitri siciliani migliori. Ribadisco, per migliorare tutto basterebbe un po’ di attenzione in più da parte degli organi competenti”.

Dario Li Vigni
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2020 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...