Logo Goalsicilia

LIVE!

Logo Portici
PRT
Logo Trapani
TRA
Inizio ore 14:30
Logo Acireale
ACI
Logo Real Casalnuovo
RCA
Inizio ore 15:00
Logo Gioiese
GIO
Logo Sant'Agata
SAG
Inizio ore 15:00
Logo Igea
IGE
Logo Locri
LOC
Inizio ore 15:00
Logo Licata
LIC
Logo Ragusa
RAG
Inizio ore 15:00
Logo Reggio Calabria
REG
Logo Canicattì
CAN
Inizio ore 15:00
Logo Siracusa
SIR
Logo Castrovillari
CAS
Inizio ore 15:00
Logo Us Mazara 46
USM
Logo Aspra
ASP
Inizio ore 15:00
Logo Accademia Trapani
ATP
Logo Sciacca
SCI
Inizio ore 16:00
Logo Don Carlo Misilmeri
MIS
Logo Mazara
MAZ
Inizio ore 16:00
Logo Nissa
NIS
Logo Supergiovane Castelbuono
CAS
Inizio ore 16:00
Logo Pro Favara
FAV
Logo Casteldaccia
CSD
Inizio ore 16:00
Logo Atletico Catania 1994
A94
Logo Jonica
JON
Inizio ore 16:00
Logo Leonfortese
LNF
Logo Milazzo
MIL
Inizio ore 16:00
Logo Mazzarrone
MZR
Logo Paternò
PAT
Inizio ore 16:00
Logo Modica
MOD
Logo Fc Misterbianco
MIS
Inizio ore 16:00
Logo RoccAcquedolcese
RAC
Logo Enna
ENN
Inizio ore 16:00
Igea
Logo Igea
Akragas inesistente: Igea domina, cala il poker e alza la Coppa Italia Eccellenza-Cronaca e tabellino

Akragas inesistente: Igea domina, cala il poker e alza la Coppa Italia Eccellenza-Cronaca e tabellino


A segno per i barcellonesi doppio Idoyaga, Franchina e Medina.

La Nuova Igea Virtus vince strameritando la Coppia ItaliaEccellenza battendo a Ragusa per 4-0 un’Akragas irriconoscibile. Dopo una prima fase equilibrata è la truppa di Ferrara a creare almeno tre occasioni prima di sbloccare con Idoyaga. In avvio di ripresa ci si aspetta la reazione degli uomini di Terranova ma l’Igea piazza un uno-due incredibile con Franchina e ancora Idoyaga che con 8 gol è il capocannoniere stagionale della Coppa. Nel finale il poker firmato Medina. Di seguito cronaca e tabellino.

PRIMO TEMPO: Primo squillo del match al 6’ di marca barcellonese: Idoyaga riceve palla sui 25 metri, carica il mancino e calcia, ne esce una conclusione un po’ strozzata che Elezaj blocca sicuro. All’8’ ci prova ancora Idoyaga con una punizione dal limite, palla che supera la barriera ma anche la traversa. Sulla rimessa successiva il portiere sbaglia il rinvio, Flores controlla e si presenta in volata a tu per tu con l’estremo difensore calciando col mancino clamorosamente a lato. All’11’ il primo squillo del Gigante: punizione di Garufo da oltre 25 metri, palla abbondantemente alta. Gara in cui regna il totale equilibrio, entrambe le squadre danno l’impressone di volere pungere senza sbilanciarsi troppo. Al 31’ occasione importante per l’Igea: Isgrò vince il duello con Gulino, entra in area e crossa a mezza altezza, Bucolo in inserimento calcia in equilibrio precario, sfera alta. Al 34’ punizione di Biondo dal vertice sinistro dell’area, botta forte e centrale, Elezaj respinge con i pugni. Al 41’ Igea passa: Flores allarga per Isgrò che arriva sul fondo e crossa basso, Bucolo liscia ma alle sue spalle c’è Idoyaga che calcia di prima intenzione col destro sotto l’incrocio, settimo gol in Coppa per lui ed è 1-0. Al 43’ Igea raddoppia ma tutto viene annullato: solito cross di Isgrò, Idoyaga contrastato non riesce ad impattare nella prima occasione ma subito dopo insacca, l’assistente vede però un tocco di mano della punta giallorossa. Finisce così la prima frazione, Akragas-Nuova Igea Virtus 0-1.

SECONDO TEMPO:  Parte forte ancora l’Igea: minuto 47, Isgrò in serpentina entra in area e crossa, Flores in contrasto con Barrera colpisce come può, la palla s’impenna ed Elezaj deve appoggiarla sopra la traversa. Sul corner successivo, minuto 48, Biondo calcia verso la porta, Elezaj smanaccia ed è Franchina il più lesto ad arrivare sulla sfera girando col mancino sotto la traversa, è 0-2. Akragas in bambola e Igea fa tris al 53’: punizione di Idoyaga dai 25 metri, mancino velenoso sul palo del portiere che s’insacca nell’angolino basso, è 0-3. Al 56’ piove sul bagnato per il Gigante che resta in 10: Garufo, già ammonito, entra in ritardo su un avversario, secondo giallo e doccia anticipata. Al 66’ prova a riaffacciarsi davanti l’Akragas con una punizione di Mansour dal limite, palla alta. Al 68’ Igea si divora il poker: un difensore akragantino cincischia, Idoyaga recupera e appoggia a Medina tutto solo a centro area che calcia clamorosamente alto. All’82’ botta di Presti dai 30 metri, palla alta non di molto. All’85’ Nuova Igea Virtus fa poker: azione insistita di Presti che viene rimpallato, la palla arriva a Medina che sorprende ancora Elezaj, è 0-4. Finisce così, Akragas-Nuova Igea Virtus 0-4.

Akragas-Nuova Igea Virtus 0-4: 41', 53' Idoyaga, 48' Franchina, 85' Medina

IL TABELLINO:

AKRAGAS (4-2-3-1): Elezaj; Gulino, Neri, Barrera (60' Dalloro), Lo Cascio; Brunetti (60' Briones), Garufo; Semenzin (76' Pavisich), Mansour, El Yacoubi; Vitelli (65' Noto). A disp.: Sansone, Mannina, D’Amico, Bonanno, Scozzari. All. Terranova.

IGEA (4-3-2-1): Staropoli; Franchina (79' Garofalo), Dall’Oglio, Della Guardia, Verdura (83' Russo); Biondo, Abbate, Bucolo; Isgrò (59' Presti), Idoyaga (73' Aveni); Flores (62' Medina). A disp.: Di Fina, Silipigni, Trimboli, De Gaetano. All. Ferrara.

ARBITRO: Patti di Palermo (F. Grasso-Corona). IV ufficiale Azzolina di Caltanissetta.

MARCATORI: 41', 53' Idoyaga, 48' Franchina, 85' Medina

NOTE: ammoniti Isgrò, Garufo, Verdura, Neri. Al 56' espulso Garufo per doppia ammonizione.

Dario Li Vigni
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2024 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...