LIVE!

Logo Acireale
ACI
0
GIU
0
Logo Giugliano
Logo Acr Messina
MES
1
PLM
0
Logo Palmese
Logo Castrovillari
CAS
0
PAL
0
Logo Palermo
Logo Cittanovese
CTN
1
FCM
0
Logo FC Messina
Logo Marina di Ragusa
MDR
0
BIA
0
Logo Biancavilla
Logo Marsala
MAR
0
COR
0
Logo Corigliano
Logo Roccella
ROC
0
LIC
0
Logo Licata
Logo Troina
TRO
0
SAV
0
Logo Savoia
Serie C C
Sottil a GS.it: “In attesa della chiamata giusta. Dispiace per Siracusa. Catania e Palermo...”

Sottil a GS.it: “In attesa della chiamata giusta. Dispiace per Siracusa. Catania e Palermo...”


Le esclusive di Goalsicilia.it-L’ex tecnico di Siracusa e Catania.

Andrea Sottil, ex tecnico tra le altre di Siracusa, Livorno e Catania, a Goalsicilia.it ha parlato di passato, presente e futuro.

Mister, la Serie C girone C è considerata una B2, che campionato ti aspetti?

“Duro come sempre. Ci sono parecchie squadre molto competitive ai nastri di partenza. Bari, Catania, Reggina, Ternana, Teramo, Catanzaro, ci metto dentro per blasone anche Casertana e Avellino, insomma tanti club che rendono il girone di ferro. Non ci dobbiamo dimenticare le possibili outsider come Rende, Francavilla, Monopoli”.

Il Bari è considerato la grande favorita: partire con tutti i favori dei pronostici può essere un’arma a doppio taglio?

“Dipende. Dipende dalla squadra che hai. L’anno scorso col Catania tutti dicevano, io no, che avremmo dovuto ammazzare il campionato e si è rivelata un’arma a doppio taglio perché la squadra non sempre ha sopportato la pressione di questa responsabilità. Quindi dipende dal gruppo e dalla personalità che c’è all’interno della rosa. I giocatori che sono abituati a vincere non hanno problemi, gli altri con il fardello addosso della vittoria a tutti i costi, soffrono. Il mio discorso vale per qualsiasi torneo, dalla Champions in giù”.

Insomma tra le righe capisco che il “nome” non per forza è determinante...

“Il nome ed il blasone di un calciatore è importante se c’è anche dell’altro dietro. Se c’è solo il nome, ma non la sostanza, si rischia il flop”.

Sei sempre legato al Siracusa che purtroppo è scomparso...

“Un dispiacere assurdo. Col Siracusa abbiamo vinto un campionato di C sette anni fa, uno di D e abbiamo fatto un quinto posto in C col penultimo budget su 60 squadre. Ricordi indelebili mi legano alla piazza azzurra. Vederla oggi sparire fa molto male, la gente non lo meritava”

Il tuo futuro?

“Ho aspettato per circa un mese il Catania, in questo frangente quasi tutte le squadre si sono sistemate. Adesso aspetto la chiamata giusta, penso di avere un buon curriculum con due campionati di C vinti, uno di D e una semifinale play off nell’ultima stagione persa solo per il piazzamento in classifica. Adesso mi riposo, studio, mi ricarico e vedremo se arriverà un progetto stuzzicante”.

Ti sento un pizzico rammaricato...

“Più che altro un po’ arrabbiato. Come ti accennavo l’anno scorso siamo stati eliminati dai play off senza mai perdere, tra l’altro sono rimasto per due mesi a casa. Non sto dicendo chissà cosa, potevo fare meno ma magari potevo fare anche di più. Senza criticare nessuno attenzione. Ero convinto di poter ottenere la promozione, ci siamo andati vicini”.

Credi che la meritocrazia in questo mondo sia passata in secondo paino?

“Non lo nego, mi fa un po’ rabbia essere a casa. Penso che servirebbe un po’ più di meritocrazia, questo sì. Sei qui, ti guardi attorno, osservi e dici mah... Ho fatto sicuramente degli errori eh, non lo sto negando, ma mi sembra di avere anche dimostrato delle cose. C’è poca logica nel nostro mondo. Io amo questo mestiere, più che fare il calciatore. Si dice stai a casa ti riposi, ma il campo ti manca”.

Il tuo nome è stato accostato al Palermo...

“Credimi, non ho mai parlato con un dirigente del Palermo. Ho letto anch’io dell’accostamento ma non c’è mai stato alcun contatto”.

Qualora fosse arrivata la chiamata?

“Stiamo parlando del nulla, quindi senza concretezza non si possono fare valutazioni”.

Dario Li Vigni
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0

Può interessarti anche...

17/04/2019 - Sottil a GS.it: “Ho visto bene Siracusa, si è rialzato dopo periodo difficile. Riforma campionato di C importante...” 29/12/2018 - Catania, Sottil: “Monopoli squadra in salute, noi con le giuste energie. Adesso la classifica conta, ma il campionato è già falsato…” 22/12/2018 - Catania, Sottil: “Dobbiamo osare di più e non entrare in campo bloccati. Serve avere tanta fame”-Conferenza 07/12/2018 - Catania, Sottil: “Siamo in crescita e col Sassuolo avremmo meritato passaggio turno. Adesso rivestiamoci per la serie C…” 02/11/2018 - Catania, Sottil: “Il nostro obiettivo è chiaro ma nulla è scontato. Sul Potenze e le penalizzazioni...“-La conferenza 12/10/2018 - Catania, Sottil: “Casertana è un'ottima squadra. Abbiamo rosa ampia, quando inizierà il tour de force...” 05/10/2018 - Sottil: “Siamo il Catania e dobbiamo avere una sana presunzione. Mancanza di condizione non sia un alibi...” 28/09/2018 - Catania, Sottil: “Non vediamo l’ora di giocare. Partiamo in ritardo ma non voglio alibi”-Conferenza 06/07/2018 - Sottil: “Avrei rinunciato alla B solo per il Catania. Obiettivo è vincere, voglio giocatori di carattere” 23/04/2018 - Sottil a GS.it: “Sempre bello tornare a Siracusa, il ‘De Simone’ mi ha regalato grandi emozioni. Tra Lecce e Catania...” 17/05/2017 - Sottil fiume a GS.it: ‘’Racconto mia annata a Siracusa e futuro. Fatto mezzo miracolo, Palermo e Catania...’' 25/02/2017 - Matera-Siracusa 0-4: le pagelle del match 21/01/2017 - Siracusa, il 2017 inizia con un punto: con il Taranto è 0-0-Cronaca e tabellino 18/09/2016 - La Juve Stabia domina: Kanoutè e Cancellotti stendono il Siracusa-cronaca e tabellino 05/09/2016 - Siracusa, non basta la grinta: il Foggia espugna il “De Simone” vincendo 2-1-cronaca e tabellino 12/08/2016 - Siracusa, Sottil: «Col Catania gara particolare» 11/08/2016 - Siracusa: il calendario completo 2016/17
GoalSicilia.it © 2019 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...