Eccellenza A
Coppa Italia Eccellenza: Canicattì batte Marina di Ragusa e alza la coppa-Cronaca e tabellino

Coppa Italia Eccellenza: Canicattì batte Marina di Ragusa e alza la coppa-Cronaca e tabellino


Il Canicattì accederà alla fase nazionale, porta per il salto in Serie D.

Il “Raiti” di Biancavilla palcoscenico del match con protagoniste Canicattì e Marina di Ragusa, finale di Coppa Italia Eccellenza “Memorial Provenzano”. Qui di seguito cronaca e tabellino della gara.

Canicattì-Marina di Ragusa 1-0: 12' Lupo

PRIMO TEMPO: Ore 15.08 inizia la finale. Gara equilibrata nelle prime battute, si studiano le due squadre. Al 5’ corner tagliato di Comegna, D’Angelo sul secondo palo non arriva ad impattare di un soffio. Al 12’ il Canicattì sblocca: Iraci tenta il cross, la difesa iblea respinge corto, Comegna raccoglie e crossa sul secondo palo dove si inserisce Lupo che insacca di testa, è 1-0. La gara resta equilibrata, tanti contrasti, tanti falli tattici ma poche azioni degne di nota. Il Marina tiene il pallino del gioco e prova ad avanzare con il fraseggio, ma ancora Iacono non ha fatto nessun intervento degno di loro. Il Canicattì dal canto suo prova a pungere in ripartenza con le scorribande di Iraci da un alto e Caronia o Polito dall’altro. Al 36’ il primo squillo del Marina: non rinvia bene la difesa biancorossa, raccoglie D. Arena che senza pensarci due volte calcia col mancino, palla alta non di molto. Al 40’ tiro-cross dalla sinistra di Caronia, è bravo Di Carlo a recuperare la posizione respingendo con i pugni. Al 42’ occasionissima per il Canicattì: Iraci sfonda ancora a destra e crossa basso, a rimorchio arriva Polito che però dal dischetto del rigore non inquadra la porta. Finisce così la prima frazione, Canicattì-Marina di Ragusa 1-0.

SECONDO TEMPO: Ore 16.07 inizia la ripresa. Pronti-via e Marina vicino al pari: azione tambureggiante che porta Rainero al tiro da ottima posizione, ma Iacono si supera e dice no con una prodezza. Al 61’ Canicattì pericoloso: ripartenza rapidissima, A. Caronia prova il tiro dal limite, Di Carlo ci mette una pezza. Al 67’ Canicattì ad un passo dal raddoppio: punizione dal limite di Maggio, palla sopra la barriera, è bravo Di Carlo in tuffo a smanacciare. Due minuti dopo rispondono gli iblei: N. Arena ci prova dai 25 metri, palla deviata dalla barriera che finisce in angolo. Sul corner successivo incornata di D. Arena e palla ancora sul fondo. Forcing Marina, al 78’ D. Arena calcia una punizione a rientrare nel cuore dell’area, D’Angelo svetta più in alto di tutti e spazza. Cinque i minuti di recupero. Anche in 10 prova il tutto per tutto il Marina, la difesa biancorossa continua ad essere ermetica. Finisce così, Canicattì-Marina di Ragusa 1-0.

IL TABELLINO:

CANICATTÌ (4-3-3): Iacono; Ferotti, D’Angelo, Maggio, Cammareri; Lupo, Comegna (81' Di Mercurio), Malluzzo (74' V. Caronia); Iraci (89' Rosella), De Luca, A. Caronia (74' Giglio). A disp.: Lo Iacono, Tedesco, Violante, Polito, Filippone. All. Terranova.

MARINA (4-2-3-1): Di Carlo; Carnemolla, Vindigni, Saccà, Immesi; Sangarè (58' Bello), Pellegrino; D’Agosta (58' Iannizzotto), D. Arena (85' Maiorana), A. Arena (85' Baldeh); Reinero (58' N. Arena). A disp.: Noto, Belluardo, Capozucchi, Iozzia. All. Utro.

ARBITRO: Giordano di Palermo (Minutoli-Damiano).

MARCATORI: 12' Lupo

NOTE: ammoniti Cammareri, Vindigni, Lupo. Al 79' espulso Vindigni per doppia ammonizione. Spettatori circa 600.

Dario Li Vigni
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2019 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...