Euro 2024, Francia in semifinale, battuto il Portogallo ai rigori

58
Foto Ipa Agency –(ITALPRESS).

AMBURGO (GERMANIA) (ITALPRESS) – La Francia raggiunge la Spagna in semifinale grazie alla vittoria ai calci di rigore contro il Portogallo. Dopo lo 0-0 nei primi 90 minuti e nei supplementari, sono i bleus a festeggiare, nonostante una prestazione complessivamente sottotono. Nota stonata per i transalpini in vista delle semifinali: Mbappé è stato sostituito per un problema al naso, causato da una pallonata.

La prima occasione arriva al 20′, quando Diogo Costa respinge in tuffo un sinistro dalla distanza di Hernandez, l’unica vera occasione di un primo tempo piuttosto noioso. Nella ripresa, al 14′, Leao entra in area dalla sinistra ma viene fermato da un provvidenziale intervento difensivo di Camavinga. Due minuti dopo, Cancelo serve Bruno Fernandes, che entra in area e tira di destro, ma Maignan para in tuffo. Al 18′, il portiere del Milan salva ancora i suoi, neutralizzando un destro di prima intenzione di Vitinha su assist dalla sinistra di Leao. Sul fronte opposto, Ruben Dias imita Camavinga e in scivolata salva in corner su un destro a botta sicura di Kolo Muani.

Al 25′, il neo entrato Dembélé crea scompiglio sulla destra, la palla finisce a Camavinga dopo un rimpallo, ma il centrocampista del Real Madrid manda fuori da ottima posizione. Al 29′, l’esterno del PSG sfiora il vantaggio con un sinistro a giro che lambisce l’incrocio. È l’ultima occasione dei tempi regolamentari: si va ai supplementari. Al 3′ del primo extra time, Conceição va sulla destra e serve Ronaldo, che spara sopra la traversa. All’intervallo dei supplementari, Mbappé esce dolorante dopo una pallonata sulla maschera protettiva al naso. Nel secondo extra time, Conceição sguscia ancora sulla destra e pesca Joao Felix sul secondo palo, ma il neo entrato colpisce l’esterno della rete. Allo scadere, Nuno Mendes ha la palla della vittoria, ma calcia centralmente con il piatto destro, sprecando un ottimo assist di Bernardo Silva. Si va ai rigori. La battaglia dagli 11 metri viene decisa dal palo colpito da Joao Felix, con Theo Hernandez che trasforma l’ultimo rigore e regala il passaggio del turno ai suoi. Martedì alle 21, i transalpini affronteranno la Spagna a Monaco di Baviera.