Catania
Catania, Izco a GS.it: “Tornare qui è sempre stato un mio sogno, che ricordi i gol a Juve e Inter. Sul Papu e Tacopina...­“

Catania, Izco a GS.it: “Tornare qui è sempre stato un mio sogno, che ricordi i gol a Juve e Inter. Sul Papu e Tacopina...­“


Le esclusive di GoalSicilia.it-Parla l'esperto centrocampista del Catania Mariano Izco

Mariano Izco, centrocampista del Catania, è intervenuto alla trasmissione "A tu per tu con...." di GoalSicilia.it,  per parlare di passato, di futuro, ma chiaramente anche di presente.

Mariano, sei reduce da un piccolo infortunio e stai seguendo allenamenti personalizzati, sarai disponibile per la gara con il Potenza?

"Fortunatamente sto bene, ho avuto solo un po’ di affaticamento ma sono a disposizione del mister per la prossima gara. Affronteremo il Potenza, una squadra tosta che, se non dovessimo concentrarci bene, potrebbe metterci in difficoltà: attenzione a non giudicarli per la classifica, faremmo un errore pesante".

State attraversando un periodo importante e allo stesso tempo felice: dove può arrivare questo Catania?

"Pensiamo partita dopo partita, ma è chiaro che l’obiettivo è quello di arrivare nel migliore dei modi ai play off, con la consapevolezza di potercela giocare con chiunque. Contro il Palermo nel post season? Sarebbe una bella rivincita, soprattutto per i tifosi".

Con mister Baldini c'è stata una svolta.

"È un allenatore preparatissimo, lo ha dimostrato in queste ultime settimane: penso che se continuiamo su questa strada potremo toglierci grandi soddisfazioni e puntare su qualcosa di veramente importante!".

Fai il tuo esordio con la maglia del Catania nel 2006: pronti via, fai un assist per Fabio Caserta e vincete 2-0 contro il Parma, un esordio boom. 

"È stato davvero complicato, perché eravamo reduci da una sconfitta pesante e avevamo l’obbligo di vincere. Poi io ho avuto la fortuna, se così si può dire, di trovarmi nel posto giusto al momento giusto e ho indirizzato alla rete Caserta".

Per non parlare della stagione 2009/2010, quando una tua rete contro la Juventus, la prima in maglia rossoazzurra, regala la vittoria al Catania che mancava in trasferta con i bianconeri dal '63.

"Partita indimenticabile: ci davano per retrocessi, ma quella partita è stata la svolta e abbiamo iniziato a toglierci delle soddisfazioni e poi la salvezza è arrivata. Ricordo anche la mia seconda rete con la maglia del Catania, che ne è valsa il 2-2 a San Siro contro l’Inter: nella mia carriera ho fatto pochi gol, ma fortunatamente sono sempre stati determinanti contro squadre importanti: una soddisfazione unica".

Nel 2012 accadono due cose importanti per te: ti riconoscono come il calciatore con più presenze con la maglia del Catania e, dopo l’addio di Biagianti, erediti dallo stesso la fascia di capitano...

"Sempre bello raggiungere record ed entrare nella storia, soprattutto se si fa in una società importante come il Catania. Indossare la fascia di capitano è stato veramente un orgoglio e una grande responsabilità, sono entusiasta di aver rappresentato nel migliore dei modi questa città e questi tifosi".

"Certi amori non finiscono mai, fanno dei giri immensi ma poi ritornano...". È il caso tuo e del Catania...

"Era un mio sogno, poi appena si è presentata l’opportunità l’ho colta al volo: è stata più una scelta di cuore che altro, sono felice!".

Sempre a Catania hia conosciuto il Papu Gomez...

"Con il Papu abbiamo un’amicizia fraterna, non posso che augurargli il meglio. Si vedeva già durante gli allenamenti che avesse qualità importanti e all’Atalanta lo ha dimostrato. Torna a Catania? E’ veramente dura, ha ancora tre anni di contratto con il Siviglia, ma non è impossibile".

Qual è il futuro di Izco?

"A dire la verità non so dire molto, sono concentrato sul presente insieme ai miei compagni. Poi per il futuro non so, ci siederemo con la società e prenderemo una decisione comune, ma ancora è presto per decidere, mancano ancora tante partite alla fine di questo campionato".

Tacopina-Catania, quando arriverà il closing?

"Ci auspichiamo che questo cambio di proprietà possa portare un futuro roseo a questa squadra, per il resto, noi calciatori pensiamo solo al campo".

Filippo Ferrante
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2021 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...