Catania
La Ternana cala la manita, che batosta per il Catania-Cronaca e tabellino

La Ternana cala la manita, che batosta per il Catania-Cronaca e tabellino


La capolista dilaga 5-1 su un Catania apparso non in giornata già dalle prime battute del match.

Nel match della 25^ giornata del campionato di Serie C/C, la Ternana batte tra le mura amiche il Catania. Vittoria che consacra sempre di più la prima forza del campionato, la quale con un perentorio 5-1 liquida la pratica rossoazzurra. La rete lampo di Mammarella e l'autorete di Giosa compromettono fin da subito la gara dei siciliani che, comunque, restano in partita con il gol di Sarao. Sul finire del primo tempo arriva il tris di Paghera e nella seconda frazione di gioco l'epilogo non cambia: le reti di Damian prima e Vantaggiato poi, esaltano la sempre più la capolista Ternana. A seguire la cronaca del match e il tabellino.

PRIMO TEMPO: Pronti via, passa subito in vantaggio la Ternana: al 1' bolide dalla lunghissima distanza da parte di Mammarella e sfera che si insacca nella porta difesa da Contente! I rossoverdi insistono e al quinto di gioco Partipilo trova Vantaggiato, il quale da due passi al volo tenta la conclusione a giro, ma sfera che termina sul fondo: bandierina alzata, l'arbitro fischia fuorigioco. Il Catania non è in partita e si nota, infatti al 16' una deviazione sfortunata di Giosa, sulla potente conclusione dalla distanza di Defendi, spiazza Confente e regala il raddoppio alla capolista. Mister Raffaele corre subito ai ripari e sostituisce l'infortunato Zanchi con Di Piazza, per dare spinta offensiva, cambiando modulo in corsa per tentare di recuperare la gara. La modifica trae parzialmente i suoi benefici: al 20' Sarao conclude in porta, ma il tiro è debole e si spegne tra le braccia di Iannarilli. Ancora in avanti la Ternana con Vantaggiato, il quale cinque minuti dopo prova la conclusione da dentro l'area di rigore, ma Confente effettua la prima parata della sua gara respingendo con i pugni. Al 36' esce fuori il Catania: su punizione di Dall'Oglio, l'incornata vincente di Sarao riapre la gara, portando il risultato sul 2-1. Due minuti più tardi, il neo entrato Di Piazza sigla la rete del pareggio, ma l'arbitro annulla per posizione irregolare da parte dell'attaccante siciliano. Lo stesso Di Piazza, un minuto dopo, si divorerà il goal del 2-2, lisciando clamorosamente il tap-in su assist di Dall'Oglio. Il Catania ci riprova di testa, al 42', con Sarao, ma Iannarilli compie un vero e proprio miracolo salvando il risultato. Due minuti più tardi arriva il tris da parte dei padroni di casa: un'altra deviazione sfortunata della difesa siciliana regala l'assist al libero Paghera, il quale da due passi conclude a rete siglando la rete del 3-1.

SECONDO TEMPO: Subito una sostituizione per parte: fuori Pinto per Giosa (Catania), dentro Damian per Paghera (Ternana). Il Catania torna bene in campo: Di Piazza tenta la conclusione dalla distanza, ma Iannarilli dice no e respinge con i pugni. Al 54' arrivano due sostituzioni per la Ternana: fuori Mammarella e Furlan, dentro Frascatore e Suagher, i quali danno un'impronta più difensiva alla squadra di casa. Nei minuti successivi regna il possesso palla da parte delle due compagini, rallentando di fatto il ritmo frenetico che aveva caratterizzato la prima frazione di gioco. Al 63' arriva un'occasionissima ai piedi di Vantaggiato, ma quest'ultimo spreca l'ottimo assist da parte di Partipilo, mandando la sfera a lato della porta difesa da Confente. Tre minuti dopo i padroni di casa calano il poker: la perla a giro del neo-entrato Damian permette alla squadra di Lucarelli di dilagare su un Catania oramai vittima di una prestazione opaca. Gli etnei provano a rialzare la testa, ma le conclusioni di Calapai prima e Dal'Oglio poi sono deboli e imprecise. Al 75' continuano le sostituzioni: dentro Torromino per Falletti (Ternana) e fuori Golfo e Sarao per Maldonado e Reginaldo (Catania), con mister Raffaele che prova il tutto per tutto in cerca di un'incredibile rimonta. Ipotesi però fine a se stessa: al minuto 81 la Ternana dilaga: incornata vincente di Vantaggiato, il quale trova la rete dopo un mese di astinenza e firmando il pokerissimo. Otto minuti più tardi, una punizione ben calciata da Maldonado sfiora la porta difesa da Iannarilli. Termina così. dunque, il match del "Liberati": la Ternana con un perentorio 5-1 cala la manita contro un Catania apparso, fin da i primi minuti di gara, decisamente sottotono.

IL TABELLINO:

TERNANA (4-4-1-1): Iannarilli; Defendi, Boben, Kontel, Mammarella (54' Frascatore); Partipilo (68' Peralta), Paghera (46' Damian), Salzano, Furlan (54' Suagher); Falletti (75' Torromino); Vantaggiato. A disp.: Vitali, Celli, Proietti, Ferrante, Russo, Raicevic, Laverone. All. Lucarelli.

CATANIA (3-4-3): Confente; Silvestri, Giosa (46' Pinto), Tonucci; Calapai, Dall’Oglio, Welbeck, Zanchi (18' Di Piazza); Manneh (62' Sales), Golfo (75' Maldonado), Sarao (75' Reginaldo). A disp.: Santurro, Claiton, Rosaia, Vrikkis, Izco, Albertini, Lo Duca. All. Raffaele.

ARBITRO: Feliciani di Teramo (Vitali-Salvalaglio).

MARCATORI: 2' Mammarella, 16' aut. Giosa, 36' Sarao, 44' Paghera, 66' Damian, 81' Vantaggiato

NOTE: ammoniti Paghera, Pinto

punizione severa che non rispecchia, però, quanto visto in campo

Filippo Ferrante
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0

Contattaci

per inviarci i tuoi articoli

Inserisci

le nostre news sul tuo sito

Seguici

sulla nostra pagina facebook

Seguici

sulla nostra pagina twitter

Seguici

sul nostro canale telegram
GoalSicilia.it © 2021 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...