Eccellenza A
 
 
 

Monreale, Marramaldo a GS.it: “Obiettivo superare i 30 punti. Molti nostri giovani fanno gola in D”


Le esclusive di Goalsicilia.it-Il tecnico dei palermitani.

Monreale, Marramaldo a GS.it: “Obiettivo superare i 30 punti. Molti nostri giovani fanno gola in D”

È tra le squadre in lotta per non retrocedere nel campionato di Eccellenza A e, da matricola, farà di tutto per mantenere la categoria. Ci riferiamo al Monreale che spesso nel corso del campionato ha espresso ottime prestazioni ottenendo anche risultati importanti. Abbiamo fatto il punto della situazione con Santo Marramaldo, tecnico dei palermitani, queste le sue parole a Goalsicilia.it.

Mister, quanto brucia ancora il pari di domenica scorsa arrivato nel finale?

“Tanto, perché abbiamo subito il gol poco prima del triplice fischio, tra l’altro il gol della domenica con una gran botta di Immesi. Brucia perché con questi due punti in più avremmo avuto delle chance molto importanti per salvarci senza play out”.

La partita com’è andata?

“Nella prima frazione siamo passati in vantaggio e l’abbiamo gestita senza rischiare nulla. L’unico modo in cui poteva pareggiare il Campofranco era con un calcio piazzato, un episodio, e così è stato”.

Sei rassegnato agli spareggi?

“No, assolutamente, ci sono ancora 12 punti in palio e tutto è possibile. È vero che vincendo almeno una delle ultime due avremmo fatto un grande balzo in avanti, purtroppo sono arrivati solo 2 punti e va bene così”.

Adesso avete Canicattì e Caccamo che lottano per i play off, poi scontro diretto col Favara e all’ultima il Casteldaccia già retrocesso...

“Per salvarci direttamente, oltre a vincere le ultime due, dovremmo ottenere i tre punti almeno con una tra Canicattì e Caccamo. Non è facile ma neanche impossibile, quindi è doveroso crederci”.

Domenica il Canicattì...

“Sicuramente è uno dei peggiori avversari che potesse capitarci, è in piena corsa play off e come ormai sappiamo bene ha una signora squadra. Sarà importante non perdere, adesso non bisogna guardare solo a noi ma anche pensare agli altri, quindi è importante muovere sempre la classifica”.

Guardando il vostro andazzo si notano gli zero successi in casa nel girone di ritorno. Come te lo spieghi?

“Io non credo alla sfortuna, ma credimi che sono mancate solo virgole. Giusto per citare gli ultimi due episodi, col Kamarat abbiamo sbagliato un gol a porta vuota nel finale e con il Campofranco abbiamo subito il pareggio a due minuti dal triplice fischio. Il calcio è fatto di episodi, quest’anno ne abbiamo avuti pochi a favore e tantissimi contro”.

Questa situazione può demoralizzare la squadre per il rush finale?

“No, assolutamente, non c’è questo pericolo. Vogliamo lottare fino alla fine, l’obiettivo minimo è fare i play out in casa. Abbiamo le carte in regola per farcela perché giochiamo un bel calcio. Siamo una squadra giovanissima, pensa che domenica ha esordito Mazzamuto che è un 2001”.

Fai qualche gesto scaramantico: nel caso di play out con chi ti piacerebbe vedertela?

“Credimi non ha importanza. È una partita secca, puoi ritrovarti magari con la squadra che pensi possa crearti meno difficoltà ma in 90 minuti può succedere tutto e il contrario di tutto”.

Per giocare il play out in casa quanti punti occorrono ancora?

“Credo meno di cinque, ci sono tanti scontri diretti e quindi non credo che là in basso gli equilibri si spostino più di tanto. Noi vogliamo arrivare a 30 punti, non credo che chi è dietro di noi riesca ad arrivarci proprio perché ci sono tanti scontri tra loro. Poi il calcio non è matematica, vedremo...”.

Ti aspettavi questo finale thrilling in ottica salvezza?

“Sì, dicevo già dopo poche giornate che la classifica si sarebbe divisa in due tronconi. È vero che le squadre di giù hanno dato sempre filo da torcere alle grandi, ma alla lunga i valori vengono a galla. Certo, mi aspettavo di più da qualche compagine ma poi è tutto nella norma”.

Differenze col girone B. I vostri attuali punti, trasportati nel girone orientale significherebbero salvezza...

“Bravo, non mi ci fare pensare (ride, ndr). È un motivo d’orgoglio per il nostro girone che è più equilibrato verso l’alto, però occorre dire che di là qualcuno si è già ritirato come l’Adrano, altri hanno mollato per un periodo e altri stanno per mollare”.

Mister hai tanti giovanissimi, molti faranno gola in quanto Under alle big ma ti chiedo se c’è già qualcuno pronto ad un campionato di D...

“Oltre a Gastone, che ha proprio iniziato questa stagione al Paceco, anche Mauro Russo è seguito da alcune compagini di D.  Poi La Mattina che poteva approdare nell’interregionale ma non l’ha fatto per problematiche lavorative. Il 2001 che ha esordito domenica (Mazzamuto, ndr) è un mediano che già sembra un veterano. Il classe 2000 Filippone. Spero che qualcuno di loro possa fare il salto di categoria”.

Si autorizza l'uso dei contenuti ai fini di cronaca, a condizione di citare GoalSicilia.it come fonte, in base alla legge n. 633/1941 sul diritto d'autore
Dario Li Vigni

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 
 
 
GoalSicilia.it © 2018 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
free circle glug palermo free circle glug sicilia sputnix linux palermo hacking palermo informatica palermo associazione linux lug palermo