Serie D
 
 
 

Gela, game over? La società biancazzurra getta la spugna: “Nostri propositi erano buoni, la politica locale è assente”


Il testo integrale del comunicato del club biancazzurro.

Gela, game over? La società biancazzurra getta la spugna: “Nostri propositi erano buoni, la politica locale è assente”

Attraverso un lungo comunicato, il Gela comunica che non proseguirà nell'attività sportiva dopo la conferenza stampa di oggi. Questo il testo integrale della nota:

"La dirigenza del Gela Calcio, con grande rammarico getta la spugna.
Nonostante i propositi di gettare le basi per un futuro del Gela Calcio e dello sport nella nostra città, purtroppo questa dirigenza ha dovuto fare i conti con la realtà non pronta a scommettere su un progetto ambizioso in grado da potere essere, in un territorio depresso volano dell’economia locale.
Da sempre questa dirigenza ha sostenuto che la squadra di calcio, prima di essere proprietà di un gruppo è patrimonio comune di un’intera comunità, che attraverso il calcio sogna di crescere e di ambire a vette sempre più alte.
I sogni però si infrangono proprio nella realtà di ogni giorno. 
Dapprima, si sperava con l’investimento della Famiglia Mendola di convogliare la parte sana della città in questo progetto, non solo attraverso le sponsorizzazioni ma anche attraverso un importante campagna abbonamenti, peraltro sponsorizzata pure dal Sindaco, dal suo Vice e dall’assessore D’Arma. I risultati sono stati assolutamente deludenti per questa società appena 100 abbonamenti, fronte di una popolazione di 70.000 abitanti e circa 5.000 tifosi che seguono la squadra locale.
In questo la totale assenza della politica locale, nessun Consigliere e/o Assessore ha sottoscritto un solo abbonamento, mostrando, la guida politica di una intera comunità, di credere in un progetto, e soprattutto in un valore, lo SPORT.
Successivamente le speranze si infrangono contro un tessuto economico refrattario al sostegno di iniziative che riguardano la città. Sono state contattate, sia direttamente che attraverso i canali formali, oltre 100 aziende sia del diretto che dell’indotto, ma anche altre realtà locali che potevano dare un importante contributo a questo progetto, ma la risposta non è stata negativa, non si è proprio avuta. Abbiamo anche cercato di coinvolgere i commercianti della città, ma anche su questo fronte nessuna risposta.
Oggi, gli sponsor del Gela Calcio sono società che operano nel Nord Italia che ambivano, anche su sollecitazione e impulso di questa dirigenza di potere espandere i lori affari nel SUD ITALIA, rappresentato Gela, quale realtà industriale un canale di sbocco per queste società.
Ma anche su questo fronte, se la dirigenza risulta credibile nel coinvolgere importanti realtà nazionale, la città, e per città mi riferisco alla politica, non riesce a dare le risposte che un investitore si attende. 
La città non appare più credibile per qualunque investitore volesse avvicinarsi a questo progetto.
Sono cose dette e ridette ma che purtroppo non sono state ascoltate e/o attenzionate da nessuno. Da tempo questa società lamenta che una gestione attiva dello stadio che avrebbe permesso a molti altri sponsor di avvicinarsi e sostenere il nostro progetto. Di questa gestione, nonostante i proclami, ad oggi non se ne sa nulla. Di contro, lo STADIO oggi è inagibile e i nostri sponsor non erogano le tranche di sponsorizzazione legati agli eventi., Anzi alcuni, e sottolineiamo giustamente, lamentano pure i danni subiti a causa della mancata programmazione di eventi durante le partite casalinghe. 
Al danno la beffa di subire pure delle cause di risarcimento danni.
Nella buona tradizione, i malanni non vengono mai da soli. 
Per non parlare delle problematiche del campo di gioco, che ha visto i nostri giocatori migliori infortunati per la maggior parte del campionato e quindi costringendo questa società ad esborsi a cui non faceva da contraltare la prestazione degli stessi, con ulteriore danno economico e penalizzazione sulla classifica di campionato. Sul punto si sottolinea che a seguito dei controlli quanto lamentato dalla società è venuto fuori imponendo al Comune di Gela alcune prescrizioni (ben cinque).
Questa dirigenza in questi mesi ha fronteggiato anche i problemi della stagione precedenti, cercando di incassare le sponsorizzazioni della vecchia gestione per potere fronteggiare le richieste dei giocatori per la passata stagione. 
Anche su questa questione, al di là dei modi, il grido di allarme è stato lanciato dai dirigenti, sottolineando che il mancato incasso avrebbe pregiudicato la stagione presente, in quanto il mancato incasso non consente a questa società di ottemperare agli impegni pregressi con la LEGA e quindi subire punti di penalizzazione sul campionato attuale. Anche su questo fronte, nonostante i proclami e la prontezza dei pagamenti manifestata pubblicamente, questa società oggi non ha ricevuto quanto stabilito, promesso e pattuito dallo sponsor. Non vi chi non veda come tali responsabilità non sono certo attribuibile a questa dirigenza, che ovviamente non può farsi carico di situazioni pregresse, non potendo più gestire neppure il presente.
Al di là della semplice storia, che ormai è sotto gli occhi di tutti quale situazione si prospetta alla dirigenza.
Uno stadio chiuso e una Amministrazione che aveva preso degli impegni che oggi non riesce mantenere. Anzi la società ad oggi non ha avuto alcuna comunicazione in ordine alla ripresa e/o all’utilizzo dovendo cercare, per evitare pensati sanzioni di trovare delle soluzioni alternative, con tutte le conseguenze del caso.
Problematiche legate anche agli allenamenti, non avendo chiaro quali siano le condizioni degli spogliatoi per garantire la sicurezza dei giocatori.
La società non ha notizie circa le prescrizioni della Lega per ciò che riguarda il Campo di gioco, a maggior ragione aumentano le preoccupazioni a seguito delle dimissioni dell’Assessore Melfa che si era impegnato pubblicamente a fare fronte a queste richieste.
A queste incertezze si accompagnano le casse vuote della società, non certo perché la famiglia Mendola non può provvedere, ma per le condizioni in cui oggi si è venuta a trovare nei confronti degli sponsor che non intendono più erogare somme a fronte di mancati servizi.
A questo si aggiungono i maggiori oneri per le trasferte legate alle partite casalinghe, che si dovranno disputare in quel di Licata.
Da ultimo i punti di penalizzazione che verranno inferti alla società per il mancato pagamento degli stipendi della vecchia stagione calcistica, che pregiudicherà ogni velleità o speranza a chi ha finora creduto nel progetto.
Se il presente è assolutamente in tempesta, il futuro è nero. 
È chiaro che questa situazione non permette di programmare la nuova stagione. Nessuno degli attuali sponsor ha intenzione di investire sul Gela e a Gela, nessuno pensiamo vorrà sottoscrivere un abbonamento per assistere agli eventi, chissà dove?
È chiaro che in queste condizioni non la famiglia Mendola, ma nessuno può fare sport, perché non sono state garantite le condizioni minime, e rispetto a questa situazione, denunciata ad inizio campionato, questa dirigenza, con grande dignità, palesando alla città e ai tifosi le ragioni, getta la spugna, mettendo la squadra nelle mani della città, avendo esaurito tutte le forze, perché siamo dei sognatori ma oggi questa situazione ha spento ogni speranza.
Il nostro ringraziamento va a tutti quelli che hanno creduto in questo progetto fino alla fine, e soprattutto ai giocatori, e allo staff tecnico, vittime inevitabili di logiche che anche noi stendiamo a capire.
Con questo messaggio ci congediamo".

Si autorizza l'uso dei contenuti ai fini di cronaca, a condizione di citare GoalSicilia.it come fonte, in base alla legge n. 633/1941 sul diritto d'autore
Redazione Goalsicilia

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 
 
 

Articoli correlati

20/03/2018 - Gela, la società annuncia il disimpegno e i calciatori mostrano l’orgoglio: “Pronti a onorare la città e la maglia”04/03/2018 - Gela scatenato, cinquina! Il Messina cade con la Vibonese, anche l’Acireale va k.o.11/02/2018 - Il Gela torna a sorridere, scivola ancora la Sancataldese. Paceco k.o. con l’Ebolitana-I resoconti22/11/2017 - Gela, che doccia fredda! Avanti in dieci fino alla fine, poi la Vibonese fa 1-1 in pieno recupero-Cronaca e tabellino29/10/2017 - Vola l'Acireale, bene il Gela. Pizzolato non basta al Paceco-I resoconti20/10/2017 - Gela, comunicato ufficiale della società: la squadra non andrà a Palmi17/10/2017 - Gela, botta e risposta Tuccio-Mendola: ‘Squadra aveva bilanci ok’-‘Rigirano frittata, Ponzio Pilato...'15/10/2017 - Serie D: Gela rimonta e cala il tris, Troina pareggia ma è primo, notte fonde a Messina-Resoconti e tabellini04/10/2017 - Coppa Italia serie D: il Gela espugna Acireale, l’Igea Virtus cala il poker con la Palmese24/09/2017 - Serie D: pari di rigore nel derby tra Messina e Gela. La Sancataldese resiste in dieci, 1-1 a Eboli-I resoconti12/07/2017 - Gela, il club passa di mano. Finisce l’era Tuccio, Mendola è il nuovo presidente. Iscrizione in D già effettuata14/05/2017 - Igea Virtus e Gela fuori dai play off: avanzano Cavese e Rende07/05/2017 - Gela corsaro sul campo della Sarnese: play off! Cadono Igea Virtus, Sancataldese e Sicula Leonzio22/12/2016 - Bonanno risponde a Tedesco: il Gela fa 1-1 sul campo della Turris-Cronaca e tabellino20/11/2016 - Sorridono Gela, Sancataldese e Due Torri. Sicula Leonzio: che batosta nel derby con l’Igea Virtus13/11/2016 - Gela corsaro col Roccella, bene l’Igea. Reti bianche per la Sancataldese, cadono Leonzio e Due Torri11/09/2016 - Serie D: poker del Gela. Bene anche Sancataldese e Leonzio. Ko per il Due Torri25/08/2016 - Caos Gela: le chiavi della società consegnate al sindaco02/08/2016 - Gela: ds Martello, mister Brucculeri e squadra in coro “Se Tuccio va via ce ne andiamo tutti»30/07/2016 - Gela: comunicato della curva Boscaglia su situazione Tuccio-stadio Presti30/07/2016 - Caos Gela: comunicato congiunto staff tecnico-squadra dopo dimissioni Tuccio29/07/2016 - Clamoroso a Gela: presidente si dimette, società in vendita-il comunicato27/07/2016 - Gela: comunicato pesante della società “Vedremo se ci sono le condizioni per fare la D”14/07/2016 - Serie D, Gela: mercato caldissimo, nelle ultime ore ufficializzati tanti colpi in entrata
GoalSicilia.it © 2018 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
free circle glug palermo free circle glug sicilia sputnix linux palermo hacking palermo informatica palermo associazione linux lug palermo