Eccellenza B
 
 
 

Sant’Agata esagerato! Sei reti all’Avola. Bene Giarre e Biancavilla, pari tra Caltagirone e Paternò


Il resoconto della 1^ giornata di Eccellenza, girone B. Città di Messina corsaro, 1-1 in Ragusa-Rosolini e Camaro-Scordia.

Sant’Agata esagerato! Sei reti all’Avola. Bene Giarre e Biancavilla, pari tra Caltagirone e Paternò

Si è giocata quest’oggi la 1^ giornata del girone B di Eccellenza. Di seguito il resoconto:

LA CLASSIFICA

CALTAGIRONE-PATERNO’ 0-0

Reti bianche al “Pino Bongiorno” tra calatini e paternesi, due realtà provenienti entrambe dal campionato di Promozione e arrivate in Eccellenza con la voglia di non essere soltanto spettatori del destino delle altre squadre. Nella prima frazione tentativi di Nicotra, Abdullahi, Ascia e legno colpito da Ruscica per i padroni di casa, mentre per gli ospiti sono Gallo, Viglianisi e Marletta a provarci. Nella ripresa la gara cala d’intensità: ci prova subito Nicotra e poi il match scivola via verso il 90’ senza mai sbloccarsi.

CAMARO-SCORDIA 1-1

Termina in parità la sfida del “Marullo”, con le due squadre che devono accontentarsi di un punto a testa. Nemmeno il tempo di iniziare, che già al 3’ arriva, in diagonale, il gol di Santangelo che porta in vantaggio gli ospiti. I padroni di casa ci provano al 10’ con una punizione dalla trequarti di Mondello che trova la testa di Pettinato, ma viene fischiato fuorigioco e l’azione si stoppa. I rossoblu raggiungono gli avversari al 21’ col rigore di Ancione, terminando la prima frazione di gioco sull’1-1, senza altre emozioni. Nemmeno il secondo tempo regala grosse emozioni, con pochi tentativi bloccati da entrambi le parti. Solo all’83’ il Camaro va vicino al raddoppio con Paludetti, a pochi minuti dal suo ingresso in campo, ma Valenti è pronto a bloccare.  Nel finale, doppio giallo per D’Angelo che lascia i suoi in dieci dopo aver contestato una punizione concessa agli ospiti, ma il risultato rimane fermo sull’1-1.

CATANIA SAN PIO X-ADRANO 2-1

Primo tempo dominato dai padroni di casa, che vanno avanti già all’11’ con un gol di Abate su rigore. Lo stesso Abate ci riprova poco dopo e mette in rete anche al 20’. Gli adraniti non si abbattono e giocano un primo tempo senza risparmiarsi. La partita sembra riaprirsi al 37’ col pallonetto di Santangelo , che trova il gol. Ma gli uomini di Basile, a causa anche delle numerose interruzioni del match, non riescono a costruire nulla di più e fissano il risultato di questa prima di campionato sul 2-1.

GIARRE-ATLETICO CATANIA 1-0

Successo faticoso per la squadra di mister Mirto che deve sudare le proverbiali sette camicie per avere la meglio sull’Atletico. Gialloblu pericolosi sin dai minuti iniziali con i vari Messina, Lamia e Caputa, ma gli ospiti resistono e il primo tempo si chiude così sullo 0-0, dopo una buona occasione per l’Atletico Catania con Santonocito. Nella ripresa il copione non cambia, la squadra di casa fa la partita e i catanesi attendono: al 67’ proteste vibranti dei gialloblu per un presunto fallo da rigore su Caputa non ravvisato dall’arbitro, poi il Giarre continua l’assedio all’area degli avversari. Bisogna attendere l’84’ perché il match si sblocchi: sgroppata di Curcuruto sulla destra, palla in mezzo per Lamia che di destro gonfia la rete, gol che si rivelerà decisivo.

PISTUNINA-BIANCAVILLA 0-2

Successo convincente per la squadra di mister Cacciola, una delle formazioni che si è rafforzata maggiormente in vista dell’avvio di campionato. Gara combattuta soprattutto nelle prime battute, la prima vera occasione arriva poco prima della mezz’ora con Fabio Messina che sfiora il palo. Per i gialloblu ci provano anche Baiocco e Lucarelli, ma lo 0-1 arriva soltanto poco prima dell’intervallo con Maimone che con un sinistro al volo batte Fazio. Nella ripresa, lo stesso giocatore gialloblu sfiora il raddoppio. Al 61’, rossoneri in dieci per l’espulsione di Fazio, reo di aver steso Orefice in area. Per l’arbitro è rigore e Fabio Messina trasforma per lo 0-2. I ritmi calano, le migliori occasioni sono sempre per gli ospiti, ma il risultato non cambia più.

REAL ACI-CITTA’ DI MESSINA 0-2

Pronti, via e ospiti subito in vantaggio, anche se a sfiorare il gol era stata prima la squadra di casa: al 7’, verticalizzazione di Fragapane, la palla finisce a Mastroieni che al volo indovina l’angolo giusto. I ritmi calano col passare dei minuti, gli acesi sfiorano il pari con Febbraio prima dell’intervallo. Nella ripresa, parte meglio la squadra messinese, anche se i locali vanno ancora vicini al gol con Febbraio. I peloritani gestiscono e quando possibile attaccano: il gol viene prima sfiorato da Cardia e poi trovato, al 92’, da Calcagno, con un calcio piazzato dal limite dell’area.

RAGUSA-ROSOLINI 1-1

Pari con gol all’esordio in campionato per iblei e granata, che partono entrambi con un punto a testa. I padroni di casa partono subito bene con un tiro di Rimmaudo che al 23’, approfittando di una respinta di Fornoni, mette in rete per l’1-0. La partita prosegue con equilibrio senza troppe sorprese sino alla fine della prima frazione di gioco. Diversa l’atmosfera del secondo tempo, che vede gli ospiti prendere in mano le redini del gioco, mentre gli azzurri appaiono decisamente più fiacchi. A contribuire è anche l’espulsione al 75’ di Gennaro, che lascia la squadra di mister Raciti in inferiorità numerica. Soltanto dieci minuti dopo, ecco il pareggio del Rosolini con un tiro a giro dalla sinistra di Implatini che beffa Di Martino. Il match si conclude sull’1-1.

SANT’AGATA-AVOLA 6-1

Indicata da tutti come la corazzata del girone orientale, la squadra di mister Formisano fa subito la voce grossa, costringendo il povero Avola a subire una vera e propria umiliazione. Al “Micale” di Capo d’Orlando, i biancazzurri ne segnano sei. Dopo un quarto d’ora, padroni di casa in vantaggio con F. Bontempo, che dopo un corner insacca sotto la traversa. Dieci minuti dopo, ecco il raddoppio con Cicirello che, dalla distanza, non lascia scampo a Scordino. Quello santagatese è un vero e proprio monologo, il tris arriva su autogol di Moring dopo un cross al centro e il poker è realizzato da Carrello, che va a segno con un tocco sotto. Nella ripresa, il Sant’Agata allenta un po’ la presa e gli ospiti accorciano le distanze con Mangiagli. Le urla di Formisano costringono la squadra di casa a ricominciare a correre e così prima Carrello, su assist di Isgrò, realizza il quinto gol e poi Mincica mette a segno la rete del definitivo 6-1.

Si autorizza l'uso dei contenuti ai fini di cronaca, a condizione di citare GoalSicilia.it come fonte, in base alla legge n. 633/1941 sul diritto d'autore
Luca Di Noto

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 
 
 

Articoli correlati

GoalSicilia.it © 2018 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
free circle glug palermo free circle glug sicilia sputnix linux palermo hacking palermo informatica palermo associazione linux lug palermo