Catania, Toscano: “Questa sfida è affascinante. Lavoreremo tanto, fondamentali mentalità e senso di appartenza”-CONFERENZA

24

Mimmo Toscano, nu

Mimmo Toscano, nuovo allenatore del Catania, è stato presentato alla stampa. Queste le principali tematiche trattate.

PRIME PAROLE: “Per me questo è un giorno importante, allenare questo club è un onore. Devo dire tanti grazie per la fiducia”,

PROMESSE: “Non mi piacciono le parole, l’unica cosa che posso promettere è il lavoro. CI saranno fasi della stagione positive e altre meno, ma l’unione fa la differenza”.

APPARTENENZA: “Chiunque indossi questa maglia deve avere senso di appartenenza, dovremo essere bravi a trasmettere questi input ai calciatori in campo. Col ds Faggiano stiamo lavorando con massimo impegno”.

MENTALITÀ: “La squadra deve avere una mentalità forte. I valori umani per noi sono fondamentali, quando c’è un momento di difficoltà occorre tutto questo per reagire”.

ADDIO AL CESENA: “Non mi piace guardare indietro, sicuramente quello che si è fatto là resterà nella storia. Amo le sfide, questa è affascinante, adesso sono concentrato solo sul Catania”.

I GIOVANI: “Il gruppo è fondamentale e i giovani sono importanti all’interno di un gruppo. I ragazzi possono dare energia e spensieratezza, ma ovviamente devono essere da Catania”.   

LA PRESSIONE: “A me le pressioni piacciono, ti danno adrenalina. Chi fa questo mestiere vive di passione, ha bisogno di piazze come questa. In ogni caso non parlerei di pressione ma di responsabilità, che si deve avere sempre a prescindere se vinci o perdi”.

COME SONO: “Spesso appaio burbero, forse in campo lo sono. Nella vita di tutti i giorni sono disponibile, sono un uomo del Sud, do tanto a chi mi dà tanto. Per me, come per i calciatori, l’io deve essere sovrastato dal bene della squadra”.  

AUSPICIO: “Quando comincio una nuova avventura, spero sempre che la gente si innamori della squadra. Questo significa lasciare il segno, a prescindere dalle vittorie”.