Trapani
Trapani: la presentazione del nuovo ds Nember-CONFERENZA

Trapani: la presentazione del nuovo ds Nember-CONFERENZA


Intervengono anche il presidente Heller e Petroni a rappresentanza della proprietà.

Si è tenuta questa mattina in casa Trapani la presentazione del nuovo ds Luca Nember. Queste le principali tematiche trattate.

Parla Heller...

ULTIME SCELTE: “Era una decisione che dovevamo prendere per fare un cambio di marcia. Confidiamo che la professionalità e l’esperienza siano di grande spessore per superare questo momento. Sono convinto che in squadra abbiamo risorse importantissime che daranno soddisfazioni al mondo del calcio in generale. Sono certo che Nember ci aiuterà a crescere”.

RISCHIO PENALIZZAZIONE: “Potenzialmente il rischio c’è per quanto fatto dalla vecchia proprietà. La Procura Federale ha accolto le nostre memorie, per questo auspichiamo che tutte le nostre ragioni, che sono evidenti e palesi, siano accolte”.

MOTIVI RISCHIO: “Da giugno ad oggi è giusto dire che c’è stato un cambio di rotta, siamo tra le società più in regola dal punto di vista dei pagamenti. Perché rischiamo? Potenzialmente si rischia per alcuni atti illegittimi fatti dall’ex ad De Simone proprio in quanto amministratore del Trapani calcio. Auspico che qualora sia tutto ciò sia appurato sia data la responsabilità alla persona e non quella oggettiva al club”.

Parla Petroni...

ADDIO A RUBINO: “Avevamo dato grande fiducia al mister e all’ex ds Rubino, come proprietà non abbiamo mai interferito su nessuna scelta tecnica. Con Rubino non ci sono stati screzi come qualcuno ha detto, ma non ci siamo trovati d’accordo quando abbiamo dovuto dire che Taugourdeau e Nzola erano incedibili. Ringraziamo Rubino per quanto fatto”.

PREMIO PER VITTORIA CON EMPOLI: “Siete più informati del Kgb. Al di là dei cinque punti dispiace non aver vinto in casa. La società ha ritenuto opportuno dire ai ragazzi che se vinceremo con i toscani ognuno di loro avrà un premio cospicuo”.  

FIDUCIA A BALDINI: “La prima volta che ho incontrato Nember la mi ha detto subito di non fare la stupidaggine di cambiare allenatore. In Baldini ci crediamo totalmente, per l’entusiasmo e la determinazione che ha. Abbiamo scelto Nember proprio perché ha esperienza in questa categoria e potrà supportare il mister”.

DISSIDI CON RUBINO: “Quando all’ultimo giorno di mercato si ipotizza di cedere giocatori (Nzola e Taugourdeau, ndr) senza avere un’alternativa non va bene. Per questo la società ha ritenuto di dichiararli incedibili pubblicamente. Sicuramente Rubino l’anno scorso ha fatto un gran lavoro, ma i se i risultati in B non arrivano non si può rischiare di compromettere tutto”.

Parla Nember...

PRESENTAZIONE: “Ringrazio per l’opportunità la società sia a nome mio che del mio collaboratore Fabio D’Amico. L’obiettivo è cambiare sin da subito il trend per arrivare al mercato di gennaio e capire cosa fare”.

NUOVO INIZIO: “Non ho la bacchetta magica, conosco già il Trapani perché ho seguito le partite fin dall’inizio. Sono qui da 48 ore, ho parlato già con il mister e siamo entrambi stimolati a fare bene. Il gruppo lavora, cercherò di dare il mio contributo”.

SVINCOLATI: “Siamo già a novembre, non credo molto a questo settore. Preferisco concentrarmi su quello che c’è, anche perché penso che questa squadra può fare bene. Poi ovviamente a gennaio valuteremo il da farsi”.

BALDINI: “Sicuramente i risultati sono fondamentali. Ho trovato un professionista ed una persona convinta del suo lavoro e guardando gli allenamenti si vede che il gruppo lo segue. Spero di dargli il massimo apporto per cercare di arrivare più in alto possibile”.

OBIETTIVO: “Vista la classifica, dobbiamo cambiare marcia. Qualora la salvezza arrivasse all’ultimo minuto dell’ultima giornata andrebbe bene, ma preferirei che tutto ciò arrivasse prima. Il campionato è lungo ma tutti bisogna darsi una svegliata”.

ORGANICO: “So cosa vuole Baldini, so quali sono le sue idee. È chiaro che bisogna adeguarsi alla rosa, qualche difficoltà attualmente c’è. L’allenatore deve essere bravo, insieme a me e a agli stessi giocatori, ad uscire da questo momento”.

MIO COLLABORATORE: “Fabio D’Amico è sempre stato con me. Il suo compito principale sarà quello di legare Settore giovanile e prima squadra, oltre proprio ad aiutarmi in toto. Per esempio andrà vedere partite e determinati giocatori”.

 

Dario Li Vigni
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0

Può interessarti anche...

GoalSicilia.it © 2019 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...