Eccellenza A
 
 
 

Sant’Agata, Venuto a GS.it: “Per sperare ancora in play off bisogna battere a tutti i costi il Licata. Bilancio positivo ma...”


Le esclusive di Goalsicilia.it-Il tecnico dei santagatesi.

Sant’Agata, Venuto a GS.it: “Per sperare ancora in play off bisogna battere a tutti i costi il Licata. Bilancio positivo ma...”

Punto della situazione a tre giornate dalla fine con Antonio Venuto, allenatore del Sant’Agata. Queste le sue parole a Goalsicilia.it.

Mister, parto con una domanda a bruciapelo: volete rovinare la festa del Licata?

“L’obiettivo è continuare a fare bene. Domenica incontreremo la super corazzata dell’Eccellenza che da quando ha pareggiato con noi ha ottenuto 14 vittorie di fila, un risultato impressionante. Vogliamo batterli per continuare ad alimentare la speranza di ridurre il distacco dal Canicattì e quindi fare i play off. Inoltre ci sarebbe anche la soddisfazione di bloccare questa super corazzata dopo 14 vittorie di fila, non è per rovinare la festa ma le motivazioni saranno grandi”.

Si sa finalmente dove si giocherà?

“In questo momento no ma a breve si saprà. Questa mattina la Commissione di Vigilanza è al ‘Fresina’ e sarebbe bellissimo giocare nel nostro stadio proprio contro la capolista. Aspettiamo l’ok, se non dovesse arrivare giocheremo al ‘Vasi’ di Gliaca di Piraino. Speriamo arrivi il parere positivo, avremmo finalmente una bella platea di spettatori”.

Il non giocare nel vostro stadio per tutta la stagione può avervi penalizzati?

“A livello di squadra no, perché ci siamo abituati a giocare di fatto sempre in trasferta e i risultati tra le mura amiche sono stati sempre positivi. Sicuramente la società è stata penalizzata, gli era stato promesso che già da ottobre si sarebbe giocato al ‘Fresina’ e non essendo stato così sono saltati alcuni sponsor ed introiti”.

Tre giornate alla fine, un mini-bilancio...

“Se dovessimo raggiungere l’opportunità di fare i play off sarà una stagione da incorniciare. Significherebbe avere toccato i 60 punti e non sono affatto pochi. Non dovessimo fare gli spareggi, resterebbe la consapevolezza di avere la coscienza a posto perché abbiamo fatto tutto il possibile”.

Non ci sarebbe un po’ di rammarico?

“Il nostro organico oggettivamente è inferiore a quello di Canicattì e Licata, tra l’altro nel ritorno abbiamo avuto tante assenze. Da Cicirello a Biondo, da Tricamo a Bontempo, e così via. Il terzo posto del Sant’Agata, con questo distacco sulle quarte, ha dimostrato che i pronostici della vigilia anche a livello di budget erano esatti. Le due corazzate davanti, poi noi e altre squadre dietro”.

C’è un po’ di rabbia nel non essere stati inseriti nel girone B dove oggi probabilmente parleremmo di altri obiettivi?

“Questa sicuramente è stata una penalizzazione per noi, anche perché si sapeva che nell’occidentale c’erano due squadre già alla vigilia pronte per vincere il torneo. Fossimo stati nel B sicuramente ci sarebbe stata ad oggi la certezza di fare i play off, non dimentichiamo che la rosa era stata costruita per primeggiare proprio nell’orientale. In ogni caso non si può rimproverare nulla ad una squadra che ha una media inglese di +1, che probabilmente chiuderà la stagione a circa 60 punti. Se arrivasse la ciliegina sulla torta dei play off tanto meglio e resto della convinzione che potrebbe accadere”.

Si dovessero fare i play off cambierebbe tutto...

“Esattamente. Tieni conto che noi abbiamo perso punti con le squadre di medio/bassa classifica, mentre con le big abbiamo fatto benissimo”.

Per questo si può dire che il Sant’Agata è una squadra “femmina” come si dice in gergo? Insomma all’italiana, più brava a difendere e ripartire che a fare la partita...

“A livello strutturale la squadra è organizzata per avere un certo equilibrio. Non avendo il potenziale offensivo di compagini come Licata e Canicattì, magari quando troviamo squadre che si chiudono fatichiamo a sbloccare. Al contrario siamo molto difficili da perforare, non è un caso se solo in due partite abbiamo subìto più di un gol e una di queste l’abbiamo vinta 6-2”.

Torniamo al match con il Licata, che partita ti aspetti?

“Cercheremo in tutti i modi di vincerla, lo ribadisco. A loro mancano due punti per avere la matematica promozione e li faranno sicuramente, ma per noi vincere è indispensabile. Vogliamo dare tutto per provare a fare questi benedetti play off e sappiamo che molto dipenderà proprio da questa gara”.

Si autorizza l'uso dei contenuti ai fini di cronaca, a condizione di citare GoalSicilia.it come fonte, in base alla legge n. 633/1941 sul diritto d'autore
Dario Li Vigni

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 
 
 
GoalSicilia.it © 2019 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
vai siciliaL'ultim'ora del calcio sicilianoLe ultime 24 ore del calcio in siciliaLe serie minori del calcio in trinacria