Trapani
Pirrone a GS.it: ''Sempre legato a Trapani, può salvarsi. Petrone? Catania ha scelto bene''

Pirrone a GS.it: ''Sempre legato a Trapani, può salvarsi. Petrone? Catania ha scelto bene''


Le esclusive di Goalsicilia.it-Intervista al centrocampista del Taranto ex granata.

"Abbiamo fatto quattro stagioni importanti, vincendo due campionati. Siamo partiti dalla D fino a sfiorare i play off di Serie B. Sono molto legato alla piazza e ai tifosi". Giuseppe Pirrone, ex centrocampista del Trapani difficilmente potrà scindere la sua carriera calcistica dai colori granata. Il giocatore siciliano, dopo un anno all’Ascoli, è ripartito da Taranto. Goalsicilia.it lo ha intervistato per parlare di passato, presente e futuro.

Qual è il ricordo più bello della tua esperienza in granata?

"Sicuramente il derby col Palermo è stato molto emozionante, ma naturalmente la promozione dalla C alla B è una cosa indimenticabile, Cremona resterà nel cuore".

Nel prossimo turno il Trapani affronta lo Spezia. Gara che a te evoca bei ricordi...

"A La Spezia ho segnato un gol da tre punti. La settimana prima, ne avevo fatto un altro a Latina. Quello è stato un momento importante per me, due vittorie per 1-0 fuori casa, sei punti con due miei gol".

Ti aspettavi questa classifica del Trapani?

"Sinceramente no. Sapevo che era difficile potesse ripetere il campionato dell'anno prima, ma non pensavo potesse trovarsi in questa situazione. Mi dispiace, speriamo si possa tirare fuori".

Secondo te quali sono i motivi di questo campionato difficile?

"Magari il contraccolpo per la finale play off, perché qualcuno si aspettava potessero ripetere il campionato dello scorso anno, poi assorbire un addio come quello di Faggiano a mercato in corso...Una serie di cose che non hanno favorito l'andamento tranquillo che c'è stato in tutti questi anni".

Ci sono ancora speranze salvezza?

"La classifica non condanna la squadra, ci sono ancora un bel po' di partite e sei punti da recuperare. Bisogna continuare su questo ritmo. È lì e ci può credere, anche attraverso i play out. Sarà difficile ma non impossibile". 

Il tuo Taranto, dopo la grande vittoria nel derby contro il Foggia capolista, si prepara alla trasferta in casa Catania...

"A Catania sarà difficile, affrontiamo una squadra costruita per vincere e che, venendo da una sconfitta, avrà voglia di riscatto. Hanno cambiato allenatore e per noi non sarà facile. Per uscire imbattuti dovremo dare più del 100%. Veniamo da una vittoria che ci dà morale e sicuramente venderemo cara la pelle".

Chi temi dei rossazzurri?

"Un po' tutti, hanno tanti giocatori di categoria superiore. Sono coperti in ogni ruolo e hanno diversi giocatori che ti possono risolvere la partita".

Ad Ascoli hai conosciuto mister Petrone. Il Catania è in buone mani per questo finale di stagione?

"Il mister conosce bene la categoria, è un allenatore molto affidabile che ha già vinto diversi campionati. È una scelta buona e può fare bene".

Qual è la sua caratteristica principale?

"E' uno che lavora molto sul campo, dà carica e trasmette positività. È sempre sul pezzo".

Vittorio Damiani
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2020 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...