Speciale
Le siciliane che hanno fatto la storia in Serie A

Le siciliane che hanno fatto la storia in Serie A


Il contributo delle squadre isolane al calcio nazionale.

Il calcio siciliano ha dato tanto all’Italia. Da Totò Schillaci, che ha reso celebri le “notti magiche” della Coppa del Mondo di Italia ‘90, a Pietro Anastasi, bomber della Nazionale e della Juventus con cui ha vinto tre scudetti negli anni Settanta, portandosi a casa anche il titolo di Campione d’Europa con gli Azzurri nel 1968.

Entrambi hanno mosso i loro primi passi in terra siciliana, facendosi così conoscere al grande pubblico italiano per arrivare a giocare nei top club della Serie A. Ma il calcio siciliano è famoso nel resto del paese anche per aver dato tante squadre che negli anni si sono affacciate nella massima divisione, scrivendo alcune delle pagine più belle dello sport più popolare del paese.

Il Palermo è stata la società siciliana che ha disputato più campionati in Serie A e che ha visto tra le sue fila alcuni dei migliori giocatori che hanno mai solcato i campi in erba in Italia e che nel capoluogo della regione sono cresciuti e diventati grandi. Qualche nome? Tutti ricordano Edinson Cavani e Luca Toni e, in tempi più recenti, anche quel Paulo Dybala, attaccante e stella della Juventus che dovrà affrontare da sfavorita secondo gli analisti ed esperti delle scommesse sportive come Betway l'Inter nella finale di Coppa Italia.

 I rosanero, che oggi sono a caccia della promozione in Cadetteria nei playoff di Serie C, hanno giocato 34 campionati di Serie A, l’ultimo dei quali nella stagione 2016/17, conclusasi con la retrocessione in Serie B. Quella fu una stagione assai travagliata (addirittura cinque furono i cambi di allenatore) che vide per l’ultima volta alla presidenza dei rosanero il compianto Maurizio Zamparini, l’imprenditore friulano, diventato famoso per essere il “presidente mangia allenatori”, che è riuscito meglio di chiunque altro a portare il Palermo in alto. Con Zamparini presidente, i rosanero si sono qualificati più e più volte in Coppa UEFA e in Europa League, sfiorando l’accesso alla Champions League in due occasioni, nel 2006 e nel 2010.

La seconda società siciliana che ha disputato più campionati di Serie A è il Catania (17). Presenti nella massima divisione per l’ultima volta nel 2014, gli etnei hanno vissuto anni a dir poco difficili nel recente passato. Pablo Ledesma e Giuseppe Mascara sono solo alcuni dei calciatori che sono passati da queste parti. Anche l’allenatore argentino Diego Pablo Simeone, uno dei più acclamati tecnici al mondo (oggi in panchina all’Atlético Madrid), ha allenato – seppur per pochi mesi – a Catania, portando i rossoazzurri alla salvezza nel 2011 e stabilendo il record di punti in Serie A per la compagine etnea.

Chiudiamo con il Messina che ha giocato dieci stagioni nella massima serie (l’ultima nel 2007). Nel 2005, la squadra messinese addirittura ottenne la qualificazione all’allora Coppa Intertoto (poi non disputata per non aver ricevuto il via libera dalla UEFA), grazie al settimo posto in classifica conquistato al termine dei quel campionato.

Lo stadio San Filippo (il settimo più grande in Italia per capienza) è dedicato alla memoria dell’allenatore Franco Scoglio, il “professore” di Lipari che con i giallorossi siciliani ha stupito tutti, portando la squadra alla ribalta del calcio italiano.

Redazione Goalsicilia
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2022 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...