Ragusa
È il Ragusa ad alzare la Coppa Italia Eccellenza: battuto il Mazara di misura-Cronaca e tabellino

È il Ragusa ad alzare la Coppa Italia Eccellenza: battuto il Mazara di misura-Cronaca e tabellino


Decide una rete di Belluso nei primi minuti del match.

Gioco, partita e incontro vale tutto questo il gol di Belluso siglato all’8’ che permette al suo Ragusa di battere il Mazara e alzare la Coppa Italia Eccellenza. Dopo un anno di stop, causa Covid, il trofeo regionale passa dalle mani del Giarre a quelle degli iblei che inoltre accederanno alla fase nazionale della Coppa Italia Dilettanti dove sfideranno al primo turno il Locri il prossimo 9 marzo. Di seguito cronaca e tabellino.

PRIMO TEMPO: Primo squillo del match al 4’ di marca iblea: Godino carica la conclusione e calcia dalla distanza, Pizzolato è attento e blocca senza problemi. All’8’ il Ragusa passa in vantaggio: Belluso riceve, controlla e calcia col destro una rasoiata all’angolino, è 0-1. Al 16’ occasionissima per il Ragusa: Belluso alza la testa e premia con un filtrante l’inserimento di Grasso, il fantasista controlla male ed è bravo Pizzolato a controllare la sfera. Al 24’ ancora azzurri: Messina si libera di un avversario e crossa morbido, Belluso anticipa tutti e di testa sfiora il palo. Al 40’ la prima occasione, per così dire, per il Mazara: punizione di Elamraoui dalla trequarti, Punzi prova ad incornare abbastanza libero a centro area ma spazza più che inquadrare lo specchio. Al 42’ rispondono gli iblei: tacco di Grasso per Messina e cross teso a centro area, Belluso riesce ad impattare ma spedisce sopra la traversa. Al 45’+1 offensiva dei canarini: Badjie lancia lungo su Guaiana che supera in velocità Sferrazza ma si allunga la sfera e Busà in uscita bassa blocca. Finisce così la prima frazione, Mazara-Ragusa 0-1.  

SECONDO TEMPO: La ripresa inizia con gli stessi 22 in campo e con lo stesso ritmo blando in avvio. Al 48’ il primo squillo di marca canarina: Elamraoui controlla palla sui 30 metri, avanza leggermente e calcia col mancino abbondantemente a lato. Al 56’ tegola Ragusa: Valença imbuca per Grasso che controlla e calcia da buona posizione debole e centrale, ma il fantasista sente un problema muscolare ed è costretto a lasciare il campo a Battaglia. Al 66’ sponda di Guaiana per Badjie, mancino altissimo. Partita che resta tutt’altro che divertente, la truppa di Domenicali ci prova ma con poche idee, gli uomini di Raciti si difendono con ordine cercando le ripartenze. Al 73’ Maimone imbuca per Cacciola, l’esterno appena dentro l’area calcia col mancino in diagonale masticando la palla che termina a lato non di poco. All’82’ ripartenza veloce iblea: Valença lancia Belluso che controlla marcato da Pirrello e calcia dai 25 metri, blocca Pizzolato. All’89’ Ragusa vicino al raddoppio: Pizzolato blocca e si auto-lancia palla al piede perdendola però sulla trequarti, Maimone prova la conclusione dalla distanza rimpallato, raccoglie Belluso atterrato dallo stesso Pizzolato sui 20 metri. Nonostante i quasi 6 minuti di recupero non succede più nulla. Finisce così, Mazara-Ragusa 0-1.

IL TABELLINO:

MAZARA (4-3-1-2): Pizzolato; Bulades, Pirrello, Punzi, Zerillo (74' Matos); Abbate (92' Enea), Di Peri (71' Federico), Badjie (83' Costantino); Elamraoui; Mendy (65' Melia), Guaiana. A disp.: Marino, Cardella, Gancitano, Chirco. All. Domenicali.

RAGUSA (3-5-2): Busà; Miano, Sferrazza, Godino; Messina, Sangare, Valença, Maimone, Cacciola (92' De Rios); Belluso (95' Cornazzani), Grasso (58' Battaglia). A disp.: Di Martino, Vega, Bettabghor, Semprevivo, Buttigè, Randis. All. Raciti.

ARBITRO: Rizzello di Casarano (Tortolo-Milillo); IV ufficiale Arcoleo di Palermo.

MARCATORI: 8' Belluso

NOTE: ammoniti Maimone, Punzi, Miano, Elamraoui, Belluso, Pizzolato, De Rios

Dario Li Vigni
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2022 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...