Logo Goalsicilia

LIVE!

Logo Catania
CAT
1
Logo Monterosi
MON
1
Finale
Logo Reggio Calabria
REG
3
Logo Ragusa
RAG
0
Finale
Logo San Luca
SLU
0
Logo Licata
LIC
0
Finale
Logo Siracusa
SIR
2
Logo Portici
PRT
0
Finale
Logo Acireale
ACI
1
Logo Sant'Agata
SAG
0
Finale
Logo Canicattì
CAN
2
Logo Akragas
AKR
1
Finale
Logo Igea
IGE
0
Logo Trapani
TRA
0
Finale
Logo Sancataldese
SAN
0
Logo Castrovillari
CAS
0
Finale
Logo Accademia Trapani
ATP
1
Logo Marineo
MRN
2
Finale
Logo Don Carlo Misilmeri
MIS
0
Logo Castellammare
CAS
1
Finale
Logo Geraci
GER
1
Logo Folgore Castelvetrano
FOL
2
Finale
Logo Nissa
NIS
3
Logo Athletic Club Palermo
ATH
1
Finale
Logo Pro Favara
FAV
2
Logo Supergiovane Castelbuono
CAS
0
Finale
Logo Sciacca
SCI
3
Logo Mazara
MAZ
0
Finale
Logo Us Mazara 46
USM
1
Logo Fulgatore
FUL
2
Finale
Logo Enna
ENN
6
Logo Fc Misterbianco
MIS
0
Finale
Logo Leonfortese
LNF
0
Logo Jonica
JON
3
Finale
Logo Milazzo
MIL
3
Logo Real Siracusa
RSB
0
Finale
Logo Modica
MOD
2
Logo Gela
GEL
2
Finale
Speciale
Gli aneddoti di... Mario Vitale: “Per punire calciatori disobbedienti li facevo correre legati alla mia auto o dietro le galline...”

Gli aneddoti di... Mario Vitale: “Per punire calciatori disobbedienti li facevo correre legati alla mia auto o dietro le galline...”


Le rubriche di Goalsicilia.it.

Rubrica targata Goalsicilia.it con aneddoti di calcio dei cosiddetti “vecchi tempi”. Protagonista Mario Vitale, l’estroso maestro, ama farsi chiamare così e non mister: “Questo titolo appartiene a gente come me, Busetta, Biagini, Arcoleo, Cesarato, Cacciavillani, Baio e pochi altri (ride, ndr)”.

ANEDDOTO: “Quando legavo i calciatori ad una corda e li facevo correre dietro la mia auto...

Era l'estate del 1980 e da poco mi ero laureato Campione d'Italia col Ravanusa avendo vinto la Coppa Italia Nazionale. La dirigenza non mi aveva riconfermato per il mio carattere diciamo... da play boy” incallito ed ero senza squadra.

Ad Agrigento mi si avvicinò il ds del Kamarat, il signor Giarratana e mi chiese se ero disposto ad accettare la panchina della squadra montana. Accettai e dopo una settimana eravamo già in ritiro.

Dato il mio carattere esuberante, non durò molto la mia permanenza a Cammarata. I giocatori si lamentavano per i miei metodi pesanti e stressanti. Per esempio li legavo con una corda e dovevano correre dietro la mia Lancia HF 1600 oppure gli facevo rincorrere le galline.

A volte li chiudevo a chiave in albergo. Una volta fuggirono per andare in discoteca. Li feci alzare di notte e li portai a correre lungo i sentieri tra Cammarata e Santo Stefano di Quisquina. I pastori ci rincorsero e non avevano proprio belle intenzioni...

Il presidente mi esonerò, ma avevo firmato il contratto quindi non persi i soldi... Forse ho sbagliato a scegliere la carriera di allenatore, meglio quella di pecoraio. Oggi sarei un industriale del latte.

Redazione Goalsicilia
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2024 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...