Eccellenza B
Eccellenza/B: Giarre e Siracusa ok. La Jonica espugna Enna e aggancia l’Igea che pareggia con l’Aci S. Antonio-I resoconti

Eccellenza/B: Giarre e Siracusa ok. La Jonica espugna Enna e aggancia l’Igea che pareggia con l’Aci S. Antonio-I resoconti


Pokerissimo della Virtus Ispica sulla San Pio X. Turno di riposo per Atletico Catania, Carlentini e Ragusa

Si è giocata l'11^ giornata del girone B di Eccellenza. Di seguito il resoconto delle gare disputate:

IL CALENDARIO

LA CLASSIFICA

ACICATENA-GIARRE 0-3
Successo tutt’altro che agevole per la capolista, a cui seve un grande secondo tempo per espugnare il “Polivalente”. Padroni di casa pericolosi con Siracusa, ma Colonna è bravo a respingere. I gialloblu reagiscono con Passewe e vanno vicini al gol intorno alla mezz’ora con Leotta. Qualche minuto dopo, chance per Pettinato che però non impatta di testa sul servizio di Privitera e prima dell’intervallo ci prova Agudiak, ma Fiduccia blocca. Si va al riposo a reti bianche. Nella ripresa, mister Cacciola inserisce alcuni elementi di esperienza, Leotta e Famà sprecano due occasioni ma al 59’ è proprio quest’ultimo a sbloccare il risultato. I gialloblu accelerano e quattro minuti dopo trovano il raddoppio con Agudiak, su assist di Concialdi. Lo stesso Agudiak va vicino al tris al 75’, ma la terza rete arriva tre minuti dopo con Famà, con un bel destro che si infila alle spalle di Fiduccia per il definitivo 0-3.

ENNA-JONICA 1-3
Terzo successo consecutivo per la squadra di mister Filoramo che espugna il “Gaeta” e aggancia l’Igea al terzo posto. In avvio di gara, rete annullata ai padroni di casa con Navarrete fermato per una posizione di fuorigioco. Al 13, gli ospiti si portano avanti con il rigore messo a segno da Ortiz. La formazione giallorossa continua ad avere ritmi altissimi e al 23’ trova il bis con Esposito che su cross di Torres batte Truppo. L’Enna è tramortito e alla mezz’ora arriva il tris dei santateresini: pasticcio difensivo dei gialloverdi, ne approfitta Torres che fa 0-3. La Jonica sfiora anche il poker, ma la bomba dalla distanza di Torres finisce sulla traversa. Nella ripresa la squadra di Seby Catania prova a riscattarsi con un paio di occasioni per Girgenti e Franzino. Il gol della bandiera arriva al 79’ con un rigore conquistato da Girgenti e trasformato da Navarrete, ma è ormai troppo tardi per rimontare e nel finale gli ospiti colpiscono un altro legno con Saglimbeni.

IGEA-ACI SANT’ANTONIO 2-2
Succede di tutto e di più al “D’Alcontres Barone” tra Igea e Aci Sant’Antonio. Gara che cambia dopo quattro minuti, con Cirnigliaro che interviene in uscita su Santino Biondo, lanciato a rete. L’arbitro espelle il portiere ospite che però resta a terra per quasi dieci minuti dopo lo scontro (per un dolore al costato) ed esce in ambulanza. Al 25’, giallorossi in vantaggio: Carrello prende il tempo a Spampinato ed entra in area, calciando e realizzando l’1-0. Poco dopo occasione per Crifò, ma Sciuto si oppone e mette in corner. Al 35’ fallo di Dall’Oglio su Giannaula, l’arbitro concede il rigore e lo stesso Giannaula trasforma per l’1-1. Qualche minuto dopo l’arbitro concede un altro rigore per fallo di Sciotto su Giannaula, poi torna sui suoi passi per fuorigioco dell’attaccante. Poco prima dell’intervallo, pallone delizioso dalle retrovie di Mondello per Biondo che in tuffo di testa esalta i riflessi di Sciuto. Nella ripresa, al 65’ l’Aci Sant’Antonio la ribalta con un altro rigore trasformato da Giannaula e concesso fallo di Giordano commesso sullo stesso attaccante. Tre minuti dopo, però, gli etnei restano senza portiere per l’espulsione di Salvucci che stende fuori area Biondo: in porta va Salvucci, che è un difensore. Al 71’ punizione di Mondello dal limite, palla fuori di un soffio, poco dopo intervento non perfetto di Salvucci, De Gaetano prova il tap-in ma palla sulla traversa. All’83’, però, l’arbitro concede un rigore all’Igea per fallo di mano, sul dischetto va Biondo che fa 2-2. Nel finale espulso mister Torrisi e in pieno recupero grande intervento di Salvucci che salva i suoi.

SIRACUSA-PALAZZOLO 4-1
Poker della squadra di Ignoffo sui gialloverdi. Gli azzurri restano così sulla scia della capolista, sempre staccati di quattro lungezze dal Giarre. Dopo pochi minuti, proteste dei padroni di casa per un presunto fallo in area su Basile, l’arbitro lascia correre. Alla mezz’ora il Siracusa si porta avanti con Palmisano che salta più in alto di tutti su un cross dalla destra e mette in rete. La squadra di casa colleziona altre occasioni ma si va al riposo sull’1-0. Appena rientrati in campo, ecco il pareggio del Palazzolo su rigore concesso per fallo di D’Arrigo su Diallo. Sul dischetto va lo stesso attaccante che realizza. Passano pochi minuti però e il Siracusa torna avanti: punizione da posizione defilata battuta da Palmisano, l’intervento di Martinez non è perfetto e il pallone finisce in rete. Il tris azzurro arriva al 65’: D’Arrigo recupera palla sulla destra e mette in mezzo per l’accorrente Abate, neo entrato, bravo a mettere in rete e a fare 3-1. Nel finale c’è spazio prima per il poker con una splendida punizione di Melluzzo sulla quale la deviazione di Martinez non è sufficiente, e poi per l’espulsione di Diallo, autore di un brutto fallo su D’Arrigo.

VIRTUS ISPICA-SAN PIO X 5-1
Successo netto della squadra di mister Monaca che abbatte gli etnei e rilancia le proprie ambizioni in classifica. Giallorossi avanti al 24’: amnesia difensiva degli ospiti, ci crede Achaval che anticipa il portiere Romano e mette in rete. Padroni di casa ancora pericolosi poco dopo con Achaval, ma stavolta l’attaccante non inquadra lo specchio. In avvio di ripresa, raddoppio dei locali: Achaval controlla su un lancio dalle retrovie, si gira in area e batte il portiere sul palo lontano. Al 60’ ecco il tris ancora con l’attaccante che stavolta sugli sviluppi di una rimessa laterale è tutto solo e batte agevolmente il portiere avversario. Il sussulto d’orgoglio degli etnei arriva al 67’, con un rigore trasformato da Valenti che accorcia le distanze. La Virtus Ispica però è scatenata, al 70’ Achaval sfiora l’incrocio dei pali e negli ultimi dieci minuti trova altri due gol, all’81’ con Drago che risolve un batti e ribatti in area e all’84’ con Tiralongo che approfitta di una corta respinta per infilare Romano in tap-in. Ultima chance per la San Pio X che colpiscono un palo sugli sviluppi di una punizione.

Luca Di Noto
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0

Può interessarti anche...

GoalSicilia.it © 2021 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...