Acireale
Chiavaro a GS.it: “Lavoriamo giorno e notte per il progetto Acireale. Da Floriano, a Gomez e Ricciardo,­ il mercato granata...“

Chiavaro a GS.it: “Lavoriamo giorno e notte per il progetto Acireale. Da Floriano, a Gomez e Ricciardo,­ il mercato granata...“


Le esclusive di Goalsicilia.it-Il ds granata

In un lungo "A tu per tu..." Goalsicilia.it ha intervistato il ds dell'Acireale, Agatino Chiavaro. CLICCA QUI per rivedere la puntata in video. 

Direttore, come mai hai scelto di fare il ds e non magari l'allenatore?

"Ho smesso da tre anni e mezzo, fare il direttore è sempre stato un mio pallino, mi andavo a vedere le formazioni, cercavo di informarmi sempre sulle squadre avversarie...Mi sentivo dentro questo ruolo, ho avuto la fortuna di poterlo fare e non mi ha mai sfiorato l'idea di fare altro".

Che tipo di direttore sei?

"Non sono uno da scrivania, sono un uomo di campo: stare in prima linea è ciò che più mi gratifica e mi dà la forza di farlo, dalla prima mattina fino a tarda serata senza fatica".

Ad Acireale si parla tanto delle prestazioni di Rizzo che non sono a livello dello scorso anno...

"Se andiamo ad analizzare il suo percorso, nelle prime 6 partite ne ha saltate 3, poi si è ripreso. Magari non è ancora ai livelli stratosferici dell'anno scorso ma assicura prestazioni positive. Non carichiamo molto questo ragazzo, forse in tutto il mondo solo 2/3 giocatori vincono le partite da soli, è questione di squadra e ritmi: forse tanti giocatori stanno soffrendo non avere continuità di gioco in questo campionato che va a singhiozzo".

Questione obiettivo stagionale: l'Acireale è obbligato a vincere?

"Alle volte ci contestano di aver detto di 'voler vincere il campionato'. Una società si pone un obiettivo ma poi in questa categoria ne vince solo una. Quest'anno è poi più complicato di sempre tra rinvii, protocolli...Poi non abbiamo la spinta del nostro pubblico, in casa e fuori casa: l'anno scorso quando andavamo in trasferta, sembravamo essere in casa, lo so che è per tutti così ma a noi pesa in maniera particolare. Bisogna avere equilibrio, capisco la passione dei tifosi, noi da parte nostra garantiamo che siamo qui a lavorare dalla mattina alla sera e cerchiamo di fare le cose per bene. Lo vinceremo o non lo vinceremo, la cosa più importante è che stiamo facendo di tutto e abbiamo la coscienza pulita, il nostro progetto va avanti da tre anni e non finirà quest'anno".

La classifica dice che è tutto aperto...

"Abbiamo due partite in meno e siamo a meno cinque punti dall'Acr Messina. Appena saremo a pari partite giocate, guarderemo la classifica. Importante è non demoralizzarci se perdiamo due partite e non esaltarci se ne vinciamo tre".

Acireale ricorda un po' Roma e Napoli come piazza, la passione è forte ma la pressione è tanta...

"Avere la spinta dei nostri tifosi per noi è fondamentale e ci sta venendo a mancare. La pressione invece la senti (ride ndr). C'è grande voglia da parte dei tifosi di voler vincere ma sappiamo dove stiamo lavorando e la pressione dobbiamo saperla gestire o ci prendiamo la valigetta e ce ne andiamo a casa".

Dal punto di vista della pressione, la forza dell'Acireale è mister Pagana che riesce a isolare il gruppo squadra da tutto il resto.

"Il mister ha dimostrato negli anni di saperci fare col gruppo, ha grande predisposizione a creare unione nelle squadre, questo non ci manca. Abbiamo un gruppo sano, bravi ragazzi che hanno tutti l'ambizione di fare il massimo per questo club".

Sparacello non è forse l'uomo gol ma è diventato cardine per il vostro schieramento.

"Claudio è un giocatore forte per la categoria, ha determinate caratteristiche e siamo contenti del suo rendimento. Il nostro progetto non dipende da un solo giocatore, ognuno deve fare il meglio per portare il massimo alla causa. Ha rifiutato tante offerte per restare con noi".

Adesso stai lavorando per affinacargli un numero 9...

"Stiamo lavorando per completare la squadra perché giocando ogni tre giorni vogliamo dare l'opportunità al nostro allenatore di avere più scelta. Se arriva qualcuno però, deve essere qualcuno che ci migliora e ci completa. Questo è un mercato difficile e che dura tre mesi, chi ha giocatori bravi è difficile che se ne privi. Non dormo la notte per raggiungere gli obiettivi".

Stanno girando diversi nomi. Cominciamo con Floriano.

"Lui è un giocatore del Palermo e felice di stare lì. Ci siamo visti in traghetto durante una trasferta, abbiamo fatto una chiacchierata amichevole ma non mi permetto di parlare di un giocatore di un'altra società. Tra l'altro ha un contratto lungo con i rosanero".

Ricciardo.

"Con Gianni abbiamo avuto più di un approccio, il Seregno però è primo in classifica e al momento non se ne vuole privare".

Victor Gomez, argentino attualmente al Formia...

"Un giocatore che sta facendo benissimo, 7 gol in 8 presenze. Una punta che però, anche lui, è incedibile. Quando cerchi un attaccante, provi a sondare più piste...".

Capitolo centrocampo: si parla di Obodo, ex Vibonese.

"Abbiamo un accordo col giocatore che ci ha detto che si voleva liberare lui dalla Vastese. Ma se la Vastese decide che il ragazzo non si muove, non si muove".

Il colpo del mercato in entrata, attualmente, è il difensore Viscomi.

"Un giocatore in cui mi rivedo per personalità e esperienza, ha una forma mentis che porta a risultati. Si è presentato molto propositivo, si fa sentire negli allenamenti e con i compagni, porta positività. Per giocare in certe piazze, come quelle che ha girato, ci devi essere portato".

Ci risulta che è in arrivo Franck Razack Abou Teher, esterno ivoriano classe 2002, ex Juventus e Lecce...

"Arriverà nei prossimi giorni, al momento è in Senegal, è un ragazzo di qualità e speriamo di poterlo ufficializzare presto. Insieme a lui è arrivato anche La Vardera che secondo me è uno dei più forti terzini del panorama. Siamo in Serie D e gli under sono molto importanti, non vorrei che qualcuno sottovalutasse questi giocatori in entrata".

In vista della gara di domenica a Paternò, tutti recuperati?

"Ancora c'è qualche indisponibile, due per covid con l'esattezza ma tutti gli altri sono a disposizione".

Vittorio Damiani
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0

Contattaci

per inviarci i tuoi articoli

Inserisci

le nostre news sul tuo sito

Seguici

sulla nostra pagina facebook

Seguici

sulla nostra pagina twitter

Seguici

sul nostro canale telegram
GoalSicilia.it © 2021 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...