Acireale
L’Acireale non riesce nella rimonta, la Gelbison si impone sui granata-Cronaca e tabellino

L’Acireale non riesce nella rimonta, la Gelbison si impone sui granata-Cronaca e tabellino


I campani si impongono per 3-2, alla squadra di mister Pagana non bastano le reti di Souarè e Sparacello.

Il 2020 dell’Acireale termina con una sconfitta in trasferta sul campo della Gelbison. I campani si impongono 3-2 e i granata non riescono nella rimonta, seppur provandoci negli ultimi minuti. Di seguito la cronaca del match e il tabellino:

PRIMO TEMPO: I siciliani partono subito a spron battuto nei primi minuti, ma la formazione cilentana non lascia varchi e si fa vedere dopo il 10’ con Coulibaly e Gagliardi, ma il tentativo di quest’ultimo finisce sul fondo. I granata provano a contrattaccare con Souaré ma non pungono dalle parti di D’Agostino. Al 25’ padroni di casa pericolosi sugli sviluppi di un corner, due minuti dopo arriva il gol del vantaggio dei campani: Del Col perde un pallone velenoso, Coulibaly serve Graziani con un filtrante e il centrocampista batte Ruggiero. Dieci minuti dopo, il capitano della squadra di casa, Gagliardi, viene messo giù in area e l’arbitro concede ai rossoblu un rigore, prontamente trasformato da Uliano. Si va così al riposo con i campani avanti per 2-0.

SECONDO TEMPO: In avvio di ripresa, granata che si buttano subito in avanti per accorciare le distanze e ci riescono al 50’: lancio in avanti per Souaré che in velocità batte due avversari, dribbla D’Agostino e col sinistro deposita in rete. Due minuti dopo, siciliani ancora pericolosi: cross dalla destra di Souaré e D’Agostino anticipa Rizzo, subendo anche fallo. Al 62’, la Gelbison va vicinissima al tris con una punizione di Gagliardi che si infrange sull’incrocio dei pali, ma sul prosieguo dell’azione arriva il terzo gol dei campani con un cross messo in mezzo da Maiorano e Del Col che in spaccata devia nella propria rete. I granata a questo punto sono tramortiti e faticano a riaffacciarsi in avanti per riaprire nuovamente la contesa, mister Pagana prova a intervenire dalla panchina con gli ingressi di Joao Pedro, Iania, Bianco e Tumminelli ma la gara resta molto spezzettata. All’82’, però, l’Acireale la riapre nuovamente con Sparacello che approfitta di un’indecisione difensiva dei campani, partendo sul filo del fuorigioco e mettendo la sfera alle spalle di D’Agostino. Nel finale i granata provano il tutto per tutto buttandosi in avanti e cercando il pari, in pieno recupero arriva anche il rosso per il tecnico cilentano Ferazzoli (per proteste) ma la difesa locale non lascia varchi e alla fine la Gelbison porta a casa il bottino pieno.

IL TABELLINO:

GELBISON (3-5-2): D’Agostino; D’Orsi, De Foglio, Mautone; Bonfini, Uliano, Graziani, Maiorano, Dayawa (53' Romano); Coulibaly, Gagliardi (80' Figliolia). A disp.: Fortunato, Zollo, De Gregorio, Tedesco, Coiro, Stancarone, Cangemi. All. Ferazzoli.

ACIREALE (3-4-3): Ruggiero; Cannino (67' Iania), Silvestri, Del Col (88' La Vardera); Souaré (73' Tumminelli), Ba (64' Joao Pedro), Buffa (67' Bianco), Mauceri; Rizzo, Sparacello, Rossetti. A disp.: Mazzini, Guerri, Orlando, Marianelli, Ott Vale. All. Pagana.

ARBITRO: Di Cicco di Lanciano (De Palma-Cataneo).

MARCATORI: 27' Graziani, 37' rig. Uliano, 50' Souaré, 63' aut. Del Col, 82' Sparacello

NOTE: Ammoniti: Maiorano, Graziani, D'Orsi (G), Silvestri, Ba, Sparacello, Tumminelli, Joao Pedro, Rizzo (A) e i due tecnici Ferazzoli (G) e Pagana (A). Espulsi: al 93' il tecnico della Gelbison Ferazzoli per proteste.

Luca Di Noto
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0

Può interessarti anche...

Contattaci

per inviarci i tuoi articoli

Inserisci

le nostre news sul tuo sito

Seguici

sulla nostra pagina facebook

Seguici

sulla nostra pagina twitter

Seguici

sul nostro canale telegram
GoalSicilia.it © 2021 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...