Eccellenza B
Eccellenza/B: l’Aci Sant’Antonio aggancia il Giarre, k.o. ad Acquedolci. Ne approfittano Siracusa ed Enna-I resoconti

Eccellenza/B: l’Aci Sant’Antonio aggancia il Giarre, k.o. ad Acquedolci. Ne approfittano Siracusa ed Enna-I resoconti


Successi pesanti per Jonica, Carlentini, Ragusa e Real Siracusa.

Si è giocata quest’oggi la 5^ giornata del girone B di Eccellenza. Di seguito il resoconto delle gare disputate:

GIOCATE IERI
ACQUEDOLCI-GIARRE 2-1

La prima grossa chance è per gli etnei con un calcio di rigore concesso per un fallo su Iraci: al 17', Concialdi spiazza Paterniti dal dischetto ma non centra lo specchio della porta, si resta dunque sullo 0-0. I messinesi reagiscono con Cardella e Genovese, ma Barbagallo si oppone. Al 35’, la squadra di mister Perdicucci si porta in vantaggio con il solito Carrello che dalla distanza centra l’angolino alla destra del portiere. Gli ospiti provano a reagire con Iraci, ma si va al riposo sull’1-0. Al 55’ ecco il raddoppio dei biancoverdi: lancio in avanti per Carrello che supera un difensore e il portiere per poi ribadire in rete. La reazione del Giarre è veemente e al 78’ i gialloblu accorciano le distanze: cross Urso, colpo di testa di Vasilchik e palla in rete. Nel finale, Giarre a un passo dal pari con il colpo di testa di Agudiak che sfiora il palo alla sinistra di Paterniti.

RAGUSA-ACICATENA 2-0

Primo successo stagionale per la squadra di mister Raciti che sale così a quota 4 punti lasciando gli etnei fermi a quota zero. Al quarto d’ora, azzurri pericolosi con Passewe ma il suo diagonale si perde sul fondo. Gli iblei ci provano anche con Porto, mentre gli ospiti rispondono con Catania. Il risultato si sblocca al 42’: Miano recupera palla e serve al limite dell’area Mancuso che in diagonale mette in rete. Nella ripresa, il Ragusa sfiora il bis con Passewe, mentre i biancorossi vanno a un passo dal pari con Finocchiaro. Il raddoppio degli azzurri arriva al 64’ con Porto che batte il portiere ospite con un pallonetto. Nel finale espulso Bettabghor e ospiti pericolosi con Platania.

OGGI
ACI SANT’ANTONIO-SANTA CROCE 2-0

La formazione di mister Torrisi batte con un secco 2-0 quella allenata da mister Lucenti e aggancia il Giarre in testa alla classifica. I biancazzurri etnei partono bene e hanno un paio di occasioni con Strano e Mascali. Poco dopo sciupa anche Giannaula, mentre gli ospiti si fanno vedere con Di Rosa, sul quale è decisivo Cirnigliaro. Cavone salva i suoi sul solito Giannaula, ma sul finire del primo tempo i padroni di casa la sbloccano con Gulisano, che risolve una mischia in area sugli sviluppi di un corner. Nella ripresa, ospiti pericolosi con Floridia, poi la formazione di mister Torrisi trova il raddoppio grazie a un rigore trasformato da Giannaula, con lo stesso bomber che nel finale va anche vicino al tris. Termina così, con un 2-0 che lascia il Santa Croce a quota 9 punti.

ATLETICO CATANIA-JONICA 0-1

Continua a stupire la squadra di mister Filoramo, unica compagine ancora imbattuta in campionato. I giallorossi ottengono un successo esterno che li proietta a quota 9 punti in classifica, in piena zona play off. Alla squadra messinese basta una rete realizzata alla mezz’ora da Esposito in una gara con non troppe emozioni. L’Atletico Catania resta fermo a quota 6 e conferma la maledizione casalinga: gli etnei, infatti, hanno sempre perso quest’anno tra le mura amiche.

CARLENTINI-PALAZZOLO 2-0

Successo importante per la squadra di mister Jemma che riscatta la pesante sconfitta col Giarre. I biancazzurri si impongono con il più classico dei risultati su un Palazzolo coriaceo. Dopo un primo tempo concluso a reti bianche, arrivano entrambi nella ripresa i gol che decidono il match: a sbloccare la gara al 73’ è Scapellato, mentre il raddoppio, sette minuti più tardi, porta la firma di Caruso. Carlentini che sale così al terzo posto a quota 10 punti, alla pari col Siracusa, mentre il Palazzolo resta fermo a quota 4, in zona play out.

IGEA-ENNA 0-1

Sconfitta interna, la seconda stagionale, per la squadra di mister Furnari che cade contro la formazione allenata da Seby Catania. Al 10’ ospiti pericolosi con Piyuka su punizione, ma Lo Monaco in tuffo salva i suoi. La risposta dei giallorossi arriva poco più di dieci minuti dopo con un destro dal limite di Assenzio, ma Mangione manda in corner con un grande intervento. Intorno alla mezz’ora, gialloverdi pericolosi con Amaya, ma Lo Monaco si fa trovare pronto. Poco prima dell’intervallo, Igea pericolosa con un traversone di La Rosa sul quale Biondo non arriva per un soffio. Nella ripresa i giallorossi restano in dieci per l’espulsione di Cassaro (doppia ammonizione). Al 62’, l’arbitro assegna un calcio di rigore per fallo di mano di Sciotto: sul dischetto si porta Navarrete che porta in vantaggio i suoi. I giallorossi recriminano per un fallo di mano nell’area ennese, su cui l’arbitro lascia correre, e sfiorano il pari con Multanen che non inquadra la porta. Attimi di paura poco dopo perché Assenzio resta a terra dopo uno scontro, l’ambulanza entra in campo e il gioco resta fermo per alcuni minuti. Poco dopo, Cardia spreca l’occasione per il pareggio. Nel finale anche Genovese sciupa un’ottima occasione, poi viene ristabilita la parità numerica con l’espulsione di Spampinato. L’Enna aggancia così l’Igea a quota 9 punti in classifica.

REAL SIRACUSA BELVEDERE-SAN PIO X 1-0

Successo di misura per la squadra aretusea che ottiene la prima vittoria stagionale e vince uno scontro diretto in zona salvezza. Ai biancorossi basta una rete di Di Domenico nel finale per piegare la San Pio X e conquistare l’intera posta in palio. La squadra aretusea sale così a quota 4 punti in classifica, mentre gli etnei restano in penultima posizione con un solo punto conquistato fin qui e una sola lunghezza di vantaggio sull’Acicatena, fanalino di coda.

VIRTUS ISPICA-SIRACUSA 0-1

Successo importantissimo per la squadra di mister Ignoffo che si impone di misura su una buona Virtus Ispica. La squadra azzurra sale così a 10 punti, a due sole lunghezze dalla coppia in testa, mentre i giallorossi restano a quota 7. Al 10’, chance per gli ospiti con Abou, la cui conclusione finisce a lato. Al 23' grande occasione per la Virtus Ispica con Achaval. Poco dopo, altra chance per i giallorossi con Serrago, ma arriva una risposta grandiosa di Busà che salva gli azzurri in due occasioni, sempre sull'argentino. Lo squillo del Siracusa arriva agli sgoccioli del primo tempo con Diallo che centra la traversa. Il risultato si sblocca solo nella ripresa, con il solito Lele Catania che su rigore porta in vantaggio i suoi al 76'. Otto minuti più tardi, Siracusa in dieci per l'espulsione di Palmisano.

IL CALENDARIO

LA CLASSIFICA

Luca Di Noto
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0

Può interessarti anche...

Contattaci

per inviarci i tuoi articoli

Inserisci

le nostre news sul tuo sito

Seguici

sulla nostra pagina facebook

Seguici

sulla nostra pagina twitter

Seguici

sul nostro canale telegram
GoalSicilia.it © 2020 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...