Catania
Catania, Pulvirenti a 360°: “Da Camplone a Lucarelli perché siamo ancora in corsa. Fiducia in Lo Monaco, problemi economici...“

Catania, Pulvirenti a 360°: “Da Camplone a Lucarelli perché siamo ancora in corsa. Fiducia in Lo Monaco, problemi economici...“


Il presidente rossazzurro fa il punto in casa etnea 

"Questo campionato non è finito, nel calcio le cose cambiano in fretta". Intercettato telefonicamente dalla trasmissione "Corner" di Telecolor, il presidente del Catania, Nino Pulvirenti ha toccato tanti temi imporanti. Di seguito tutte le sue dichiarazioni:

MOMENTO DELICATO "Stiamo tutto il giorno a lavorare per risollevare questo campionato. Si vuole andare in B e siamo i primi a essere scontenti quando le cose non vanno bene. Esistono momenti belli e altri meno belli e in questi ultimi bisogna combattere per venirne fuori. Non avremmo fatto il cambio di allenatore se avessimo pensato di essere tagliati fuori dalla corsa per vincere".

ESONERO CAMPLONE "Non ci aspettavamo quello che successo nelle ultime settimane, la squadra era partita bene, poi è si è rotto qualcosa, l'equilibrio tra allenatore e squadra. C'era scollamento tra Camplone e il gruppo. Quello che è successo a Vibo è lo specchio del problema: la più brutta partita da quando sono a Catania, partita allucinante, a fine primo tempo sono stato negli spogliatoi e avevo ipotizzato il 4-0, la squadra non è mai entrata in partita. Abbiamo toccato il fondo, penso che anche Camplone volesse essere esonerato, non c'era più le condizioni per continuare".

LUCARELLI "Ha carisma, ha già lavorato a Catania e conosce ambiente e giocatori. Ha visto tutte le partite del Catania e può dare una mano dal punto di vista psicologico ad una squadra impaurita. La mano ha bisogno di essere presa per mano, lui è un capitano non giocatore, è bravo in questo".

OPERATO LO MONACO "Questa società è riuscita a risanare una situazione difficilissima, la realtà è che c'erano decine di milioni di debiti. Durante l'operazione di risanamento siamo riusciti a coniugare dei campionati competitivi. Sbagliare giocatori o allenatori fa parte del calcio. Non sei solo in un campionato, tu pensi di fare una grande squadra ma poi ci sono anche gli altri, ci sono piazze importanti vedi Lecce, Foggia, non esistono i valori assoluti. In qualsiasi società un amministratore delegato prende le decisioni e la società non può che essere d'accordo: se non mi trovassi d'accordo, lo dovrei mandare via, non ci sarebbe alternativa. Lo Monaco ha la mia massima fiducia, lo voglio chiarire una volta e per tutte".

PROGETTO "C'è qualcuno che risolve tutti i problemi, viene qui e vince? Presidenti, direttori...Siamo pronti a farci da parte e farlo sedere al nostro posto. Noi conosciamo il lavoro, un progetto che può durare anche più anni: ricordiamoci che in C vince solo una squadra, ci sono stati anni in cui si è fatto bene e altri meno, ma siamo sempre stati lì, nei play off, a competere".

PROBLEMI ECONOMICI "Se ne sono dette tante, ho cercato sempre di essere trasparente e ho più volte parlato del risanamento del calcio Catania. Inutile andare dietro a queste cose, facciamo parlare i fatti. Le società di calcio vivono di scadenze, se non si paga arrivano le penalizzazioni. Abbiamo rispettato regolarmente tutte le scadenze. Qui a Catania ci sono persone che vivono solo per le disgrazie altrui".

DISSIDI LO MONACO-TIFOSERIA "Cerco sempre di portare serenità e so quanto sono importanti. Siamo tutti dispiaciuti e bisognerebbe fare tutti insieme un passo indietro e guardare al bene del Catania".

DIRETTORE SPORTIVO "Non è stato preso per il semplice fatto che non ci aspettavamo che Argurio andasse via. Non è una figura facile da trovare, lo prenderemo ma dobbiamo valutare bene una figura che sia perfetta per noi".

MERCATO "Faremo quello che dobbiamo fare per rimettere in piedi questo campionato. Siamo un po' attardati ma vogliamo fortemente essere competitivi e dire la nostra fino alla fine".

LEONARDI (Sicula Leonzio) "Non l'ho mai incontrato e non abbiamo mai avuto modo di conoscerci. Nessun interesse da parte sua per il Catania. Questa società non sarà mia a vita, se c'è qualcuno che può fare meglio di me, io farò dieci passi indietro".

Vittorio Damiani
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2019 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...