Serie D
Gambuzza a GS.it: “Entusiasta di questa nuova esperienza. Non vedo un nuovo Bari, a contendersi la promozione in 5/6...”

Gambuzza a GS.it: “Entusiasta di questa nuova esperienza. Non vedo un nuovo Bari, a contendersi la promozione in 5/6...”


Le esclusive di Goalsicilia.it-Il difensore del San Tommaso.

Tra i migliori difensori, se non il migliore, dell’ultima annata di Serie D è ripartito dal neopromosso San Tommaso. Ci riferiamo a Raffaele Gambuzza, ex tra le altre di Gela e Acireale. Queste le sue parole a Goalsicilia.it.

Raffaele, hai lasciato nuovamente la Sicilia...

“Nel calcio va così, quando arriva la proposta di sposare un progetto importante non guardi il luogo. Qui ho trovato gente perbene e davvero seria, sempre più rara in queste categorie. Non ci ho pensato due volte ad accettare”.

Sei stato tra i migliori centrali dell’ultima Serie D, come mai la scelta di ripartire da una neopromossa?

“Ho avuto tante richieste, alcune anche molto importanti. Come ti accennavo però io ho sempre scelto di sposare progetti dove ci sono persone serie. Preferisco fare le cose al meglio in una società sana che magari andare in un Top club che punta a vincere il campionato e poi smantella tutto a dicembre”.

Sei tornato in Campania dopo una decina d’anni...

“Sì, l’ultima volta nel 2009 al Sorrento. Qua c’è un ambiente sano e davvero bello, siamo ad Avellino. Ho girato tanto, questa è una zona che mi mancava (ride, ndr). Poi ho trovato gente che conoscevo come Fabio Alleruzzo, mister Liquidato e calciatori che sanno giocare come Tedesco e Acampora giusto per citare qualcuno”.

Il vostro obiettivo sarà la salvezza immagino...

“Assolutamente sì, il primo obiettivo è questo. Poi, una volta raggiunta, quello che verrà ci prenderemo. Quello che conta più di tutto è mantenere la categoria”.

Secondo te chi si gioca la vittoria del campionato?

“Ad oggi, poi ovviamente è il campo a dare il verdetto definitivo, in pole vedo Savoia, Giugliano, le due messinesi, il Palermo e ci metto dentro anche l’Acireale. Sarà un campionato tosto, anche più degli anni passati”.

Sarete la prima squadra che il nuovo Palermo affronterà nel proprio stadio...

“Ho giocato al ‘Barbera’ tanti anni fa ai tempi della C, è uno stadio importante e so bene che clima troveremo”.

L’anno scorso era quasi scritto che il Bari avrebbe ottenuto la promozione, credi che il Palermo possa ripeterne le orme?

“Attualmente come ti accennavo vedo in pole Acr ed Fc Messina, le campane Giugliano e Savoia, l’Acireale e proprio il Palermo. Tuttavia i rosanero sono ancora un cantiere aperto, devono completare la rosa e potrebbero essere un passetto avanti alle altre, ma non credo che quest’anno ci sia la classica squadra ammazza campionato”.

Dario Li Vigni
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2019 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...