Siracusa
Gio. Fricano a GS.it: “Amarezza per la mancata iscrizione del Siracusa, dispiace tanto. Futuro...”

Gio. Fricano a GS.it: “Amarezza per la mancata iscrizione del Siracusa, dispiace tanto. Futuro...”


Le esclusive di Goalsicilia.it-Il jolly aretuseo.

Ha iniziato l’avventura al Siracusa tra lo scetticismo generale ma piano piano si è conquistato la fiducia di mister e ambiente. Ci riferiamo a Giovanni Fricano, vero e proprio jolly degli aretusei nell’ultima stagione. Queste le sue parole a Goalsicilia.it.

Giovanni, immagino ci sia tanta amarezza per la mancata iscrizione del club...

“Tanta, tanta. Dopo una stagione simile, ritrovarsi con la squadra non iscritta è brutto. Penso sia sotto gli occhi di tutti che oggi fare calcio è difficile ovunque”.

C’è stato un momento della stagione in cui avete avuto la percezione che potevate rialzarvi?

“A partire dal girone di ritorno, fino a là c’erano state tante difficoltà. Ci siamo compattati, sicuramente c’è stato qualche altro problema, ma dopo la vittoria di Lentini è arrivata la svolta. Abbiamo cominciato a credere che potevamo fare questo miracolo...”.

Perché di miracolo si parlava visti i tanti problemi...

“Sicuramente sapevamo che c’erano delle difficoltà, ma nessuno pensava che si arrivasse a questo. Abbiamo dato tutto per far rimanere il Siracusa in Serie C, purtroppo non è servito”.

Sei arrivato a Siracusa tra lo scetticismo generale...

“Vero, c’erano molti dubbi su di me ma forse è stato un punto di forza. Caratterialmente più vengo messo sotto esame e più do tutto per dimostrare quanto valgo. Io vengo dalla strada, se non posso fare una cosa mi impegno dieci volte in più per riuscirci. Nel ritorno ho giocato 18 partite su 19, 31 presenze totali, all’esordio nel professionismo non è poco”.

Mister Raciti ti aveva definito l’anima della squadra, perché?

“Dovresti chiederlo a lui, ma penso si riferisse al fatto che al 95’ anche se non avevo più benzina se c’era da fare uno scatto di 80 metri lo facevo stringendo i denti”.

Tra l’altro giocavi in un ruolo nuovo...

“Beh sì, non avevo mai giocato in mezzo in un centrocampo a due. Grazie a mister Raciti e mister Criaco sono cresciuto tanto. Io nasco esterno a tutta fascia, sia di difesa a quattro che di centrocampo a cinque, destra o sinistra non importa. Avevo fatto la mezzala nel centrocampo a tre, ma dopo quest’anno posso dire di potere giocare anche a due in mezzo”.

Tra una decina di giorni sarete svincolati: futuro?

“Non so ancora nulla. È arrivata qualche chiamata, ma ancora c’è troppa amarezza per la mancata iscrizione. Non nego che mi piacerebbe continuare in Serie C, se sarà possibile ovviamente”.

Dario Li Vigni
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0

Può interessarti anche...

GoalSicilia.it © 2019 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...