LIVE!

Logo Acireale
ACI
0
GIU
0
Logo Giugliano
Logo Acr Messina
MES
0
PLM
0
Logo Palmese
Logo Castrovillari
CAS
0
PAL
0
Logo Palermo
Logo Cittanovese
CTN
0
FCM
0
Logo FC Messina
Logo Marina di Ragusa
MDR
0
BIA
0
Logo Biancavilla
Logo Marsala
MAR
COR
Logo Corigliano
Logo Roccella
ROC
LIC
Logo Licata
Logo Troina
TRO
0
SAV
0
Logo Savoia
Trapani
Il Trapani adesso si gioca qualcosa di impensabile a inizio campionato, Rubino e Italiano hanno tirato fuori valori importanti

Il Trapani adesso si gioca qualcosa di impensabile a inizio campionato, Rubino e Italiano hanno tirato fuori valori importanti


L'Editoriale di Salvatore Puccio

Il Trapani sbriga la pratica Viterbese in 45' con il più classico dei risultati di due reti a zero. Tutta un'altra storia la partita di ieri al "Provinciale" , rispetto a quella di Coppa Italia, vista quattro giorni fa a Viterbo dove in campo era sceso un Trapani con soli 3/4 undicesimi titolari, che è riuscito lo stesso a tenere testa all'avversario e perdere solo di misura. Ma ormai è risaputo che tra le mura amiche i granata diventano irresistibili. Hanno fatto tesoro delle due ultime battute d'arresto, in campionato ed in coppa ed hanno sciorinato una prestazion che non ha lasciato scampo agli avversari, sempre in difficoltà contro l'undici di Italiano in tutte le zone del campo.

I granata hanno risposto così alle tante critiche ricevute dopo la debacle di Francavilla, dimostrando carattere, personalità e la consapevolezza di giocarsi adesso qualcosa di importante, impensabile alla vigilia di questo campionato. Perchè non deve mai sfuggirci che questa squadra non è stata costruita per vincere il campionato, ma il buon lavoro del ds Rubino prima e quello di Italiano dopo, hanno tirato fuori da questi giocatori valori importanti. Il primo su tutti l'approccio alla partita, a Francavilla completamente sbagliato ma ieri contro i laziali il Trapani è entrato in campo con la convinzione di fare sua la partita, pigliando subito in mano le redini dell'incontro e giostrando con i suoi soliti fraseggi e sovrapposizioni sulle fasce che hanno mandato in tilt una difesa ospite in grande difficoltà soprattutto nella fascia di Nzola, schierato da Italiano esterno sinistro d'attacco, autore del vantaggio granata. Poi Nzola ha messo lo zampino nel raddoppio di Ferretti, anche lui autore di una ottima prestazione, che ha insaccato la respinta del portiere gialloblù su una bomba calciata proprio dall'attaccante francese. E quando nell'economia del 4-3-3 di Italiano funzionano le fasce, per gli avversari è notte fonda. Perchè se il primo tempo fosse finito 4/5 a zero nessuno avrebbe avuto nulla da ridire.

Un Trapani in emergenza difesa per le assenze dei due centrali titolari, Pagliaruloe Scognamillo, ha costretto il suo allenatore a fare di necessità virtù alternando i suoi difensori a dimostrazione che il reparto difensivo è quello da attenzionare più degli altri in questo finale di campionato, visto che da sempre non ha avuto un'identità ben precisa, vuoi perchè qualche difensore non ha reso come le aspettative, ma soprattutto gli infortuni hanno privato al reparto difensivo granata di consolidarsi nel tempo. E quindi Italiano ha optato per Scrugli a destra con Costa Ferreira dirottato a sinistra, lasciando in panchina i due terzini sinistri di ruolo Lomolino e Franco e centrali Taugourdeau e Da Silva, preferito a Mulè. L'infortunio di Scrugli al 7' di gioco portava all'ingresso in campo di Lomolino con Costa Ferreira che ritornava nella sua fascia destra.

Alla luce dei valori visti nel primo tempo, nella ripresa il Trapani ha dimostrato di gestire con sicurezza la partita e non ha osato più di tanto per ferire l'avversario. Ma la ripresa è servita sicuramente al tecnico granata per provare delle soluzioni tattiche per questo finale di campionato. Entrava Mulè al posto di Aloi per riportare il Francese in mediana, dove ieri il purosangue Mario Toscano ha sciorinato una prova di grande personalità, per provare ancora una volta la coppia centrale Mulè- Da Silva ed infine anche l'ultimo dei difensori disponibili Franco rilevava un grandissimo Corapi andando a posizionarsi sulla fascia destra con Costa Ferreira avanzato in mediana. In questo modo l'allenatore granata ha mandato un messaggio chiaro ai suoi giocatori. Con lui non ci sono titolari e riserve e che per raggiungere un traguardo importante ci sarà bisogno di tutti e che tutti si facciano trovare pronti. Altrimenti non si va da nessuna parte.

La consapevolezza dell'obiettivo da raggiungere si è avuto al triplice fischio dell'arbitro che ha sancito una vittoria meritatissima dei granata, ma il contemporaneo pareggio della capolista Juve Stabia in quel di Bisceglie, adesso ad un solo punto di vantaggio, mette l'undici di Italiano nelle condizioni di provarci. Da ieri sera il pensiero è rivolto alla partita dell'anno che si giocherà domenica prossima al "Romeo Menti" di Castellammare di Stabia, dove le vespe ed i granata si giocheranno la serie B. Peccato che non potremmo vivere questa settimana che precederà la sfida clou del campionato, come avremmo voluto, per la decisione presa dalla società del Trapani calcio di rimanere in silenzio stampa fino alla partita di domenica. Una decisione comunicata a fine gara dall'Amministratore delegato, Maurizio De Simone, motivata dal volere mantenere più tranquilla e serena possibile la squadra, allenatore compreso, in un momento così delicato del campionato. Per carità, una decisione rispettabilissima, ma che toglie a noi giornalisti ed ai tifosi che leggono, la possibilità di ascoltare le voci dei protagonisti.

Salvatore Puccio

Redazione Goalsicilia
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0

Può interessarti anche...

GoalSicilia.it © 2019 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...