Serie D
 
 

Galfano a GS.it: “Nessun rifiuto all’Igea, spiego perché non sono andato...”


Le esclusive di Goalsicilia.it-L’esperto tecnico accostato ai giallorossi.

Galfano a GS.it: “Nessun rifiuto all’Igea, spiego perché non sono andato...”

Negli ultimi giorni rumors lo avevano accostato alla panchina dell’Igea Virtus, ma la fumata bianca non c’è stata. Abbiamo deciso di fare chiarezza proprio con il diretto protagonista, Angelo Galfano protagonista nell’ultimo ventennio tra Serie C, D ed Eccellenza sulle panchine tra le altre di Campobello, Vibonese, Orlandina, Marsala e Licata. Queste le sue parole a Goalsicilia.it.

Mister, si è parlato tanto di un tuo possibile approdo all’Igea Virtus...

“Ci sono state una serie di chiamate con qualcuno per conto dell’Igea Virtus, ma tutto si sarebbe concretizzato se fosse entrato un gruppo nuovo di dirigenti nel club. Ciò non è successo ed è giusto dire che con l’attuale dirigenza giallorossa non ho avuto contatti diretti”.

Si è parlato di un tuo rifiuto...

“È sbagliato, perché di fatto non entrando questo nuovo gruppo in società non abbiamo neanche approfondito i contatti. Mi dispiace perché ritengo Barcellona una piazza molto importante”.

Quindi non avresti avuto problemi ad andare nonostante la classifica precaria...

“Assolutamente no. A Coverciano mi chiamano lo specialista delle salvezze, ne ho ottenute cinque o sei partendo da situazioni molto difficili, figurati se mi spaventava andare all’Igea. Per esempio ho preso il Campobello a 6 punti ultimo a dicembre e ci siamo salvati senza passare dai play out. Se ci fossero state le condizioni per lavorare in un certo modo, non avrei avuto problemi ad andare”.

C’è la possibilità che questa porticina si riapra?

“Sinceramente non lo so, ma credo di no”.

Hai vissuto questa stagione da spettatore: è stato difficile?

“Sì, per uno che vive di calcio è sempre difficile non calpestare un campo. Ho avuto tante richieste nel corso della stagione, ma ho declinato perché non ha senso lavorare senza un progetto serio. Per progetto non intendo vincere il campionato, ma basi solide per fare bene. Non sono un tecnico che accetta una panchina tanto per fare qualcosa. Dopo l’esperienza negativa avuta a Marsala a livello societario sto molto più attento a valutare le situazioni”.

Quindi sei in attesa di una chiamata o ormai sei proiettato al prossimo anno?

“Con la proposta di un progetto serio io sono sempre pronto. Purtroppo ad oggi il curriculum non conta granché, i meriti non sono più un punto a tuo favore ma si guarda ad altro”.

Ti va di tornare ad una stagione fa e all’esperienza di Licata?

“Sono stato zitto un anno, ho preferito non parlare per il grandissimo rispetto che ho nei confronti di Massimino e Scimonelli. Preferisco continuare a non parlarne”.

Dario Li Vigni
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
 
 
GoalSicilia.it © 2019 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
vai siciliaL'ultim'ora del calcio sicilianoLe ultime 24 ore del calcio in siciliaLe serie minori del calcio in trinacria