Trapani
 
 
 

Trapani: anche quando non sei bello... piaci


L’editoriale di Salvatore Puccio.

Trapani: anche quando non sei bello... piaci

Al "Provinciale" non passa lo straniero! Il Trapani fa sei su sei tra le mura amiche, battendo il Matera, avversario di turno della 10^ di campionato e conserva il primato in classifica. In una giornata in cui la squadra di Italiano non ha brillato sul piano del gioco ed ha fatto fatica a portare a casa il risultato, è riuscita però a essere cinica e sfruttare al massimo le poche occasioni capitategli.

Non è stata una bella partita, quella vista tra il Trapani ed il Matera, condizionata anche dalle condizioni metereologiche, con i padroni di casa che stentavano a creare quel loro gioco fluido, in velocità, a memoria, possiamo dire, con Golfo (giustamente sostituito da Italiano al 53'), che non è entrato mai in partita. Un primo tempo soporifero, più per demerito del Trapani,  in cui l'unico lampo della gara rimane la prodezza di Taugourdeau che ha portato in vantaggio i granata.

Sotto di un gol un Matera sceso al “Provinciale", già arrabbiato per gli otto punti di penalizzazione subìti in settimana ha cercato di reagire. Imbimbo infatti tirava fuori un  centrocampista inserendo una punta Corado affiancandolo ad Orlando ed in appoggio avanzava Dammacco. Ma la mossa non dava gli esiti sperati perché gli ospiti non riuscivano a rendersi quasi mai pericolosi con il Trapani che con attenzione e abnegazione, facendo giusto filtro a centrocampo, in aiuto alla giovane coppia di centrali, Mulè-Da Silva,  riusciva a contenere forse più una rabbia psicologica dei lucani che un reale pericolo tecnico o tattico.

Ancora in emergenza difesa, Italiano schierava a sorpresa Girasole basso a destra ed il numero 29 granata si è comportato egregiamente. Una partita dunque che non e mai decollata fino all'ultima mezz'ora, quando la girandola di sostituzioni, operata da Italiano, portava vivacità alla squadra. Infatti sono subentrati Tulli, Aloi e Dambros che oltre a portare forze fresche hanno coinvolto i compagni in campo a dare di più.

Si è rivisto a sprazzi il Trapani che era venuto a mancare nella prima parte della gara. Un Tulli scatenato sulla fascia, è stato l'artefice dell'assist per il sorprendente Dambros che con il suo fendente chiudeva la partita. Quindi a differenza delle gare contro il Catania e la Cavese dove la truppa di Italiano aveva sciorinato ottime prestazioni senza raccogliere nulla, contro il Matera i granata sono riusciti a fare bottino pieno pur giocando una partita non bella. L'hanno vinta da operai, pressando fino all'ultimo minuto, anche sul 2 a 0 ed hanno avuto la bravura di concretizzare al massimo le pochissime azioni create.

Anche questo genere di partite è un segnale di crescita di una squadra che deve avere pure del cinismo se vuole andare lontano. La nota negativa rimane ancora Felice Evacuo. Il centravanti granata è rimasto ancora all'asciutto, ma Italiano sembra non demordere perché l'ha lasciato per tutta la gara in campo, convinto che il bomber originario di Pompei, stando sempre sul pezzo prima o poi si sblocchi. Speriamo succeda al più presto perché il Trapani se vuole fare il salto di qualità ha bisogno dei gol di Felice Evacuo.

Ma già il pensiero per il tecnico granata va alla delicatissima trasferta di Caserta, dove il Trapani misurandosi con una squadra allestita per vincere avrà l'occasione di dimostrare se i pronostici della vigilia sono cambiati per la squadra di Italiano o no. Ma la gara in quel di Caserta sarà, soprattutto, un importante banco di prova, per i granata affinché ribaltino quel trend negativo di partire, che fino ad ora, li ha accompagnati lontano dal "Provinciale".

Salvatore Puccio

Si autorizza l'uso dei contenuti ai fini di cronaca, a condizione di citare GoalSicilia.it come fonte, in base alla legge n. 633/1941 sul diritto d'autore
Redazione Goalsicilia

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 
 
 
GoalSicilia.it © 2018 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
vai sicilia L'ultim'ora del calcio siciliano Le ultime 24 ore del calcio in sicilia Le serie minori del calcio in trinacria