Eccellenza B
Rosolini e Sant’Agata, strana coppia in testa. Bene Acireale, pari Milazzo-Palazzolo-il resoconto 2^ giornata

Rosolini e Sant’Agata, strana coppia in testa. Bene Acireale, pari Milazzo-Palazzolo-il resoconto 2^ giornata


Si è giocata ieri la seconda giornata del girone B di Eccellenza. Diamo un’occhiata a quello che è successo gara per gara.

Seconda giornata di campionato in Eccellenza. Di seguito il resoconto delle gare valevoli per il girone B:

ACIREALE-TORREGROTTA 3-0

Dopo il mezzo passo falso della prima giornata, primo successo per l’Acireale di Anastasi che al “Tupparello” si impone sul Torregrotta. Il match si sblocca già all’11’, quando Contino trasforma un rigore concesso per atterramento di Biondo ad opera di Di Bella. La squadra ospite prova a reagire, ma la difesa granata si disimpegna bene. Intorno alla mezz’ora ci prova anche D’Agosta, impegnando Vinci sul primo palo. Il Torregrotta si rende pericolosissimo con Bonaffini che mette in mezzo un pallone pericolosissimo su cui però nessuno è pronto a intervenire. In pieno recuperò, ecco il raddoppio acese, con Tosto che di testa mette in rete il cross di Millesi proveniente dalla sinistra. Nella ripresa, i rossoblu rovano a riaprirla, mentre i padroni di casa si fanno vedere in avanti con Biondo e D’Agosta. Torregrotta pericoloso con Sittineri, che impegna Ferla al 74’, e con Venuti che prova senza successo un pallonetto all’86’. Quattro minuti dopo, ecco il tris dell’Acireale, con Fusciello che si invola sulla sinistra e mette in mezzo dove c’è Cardaci che, nel tentativo di anticipare tutti, mette nella propria rete.

GIARRE-SPORTING VIAGRANDE 1-0 (giocata sabato)

Successo importante e all’ultimo respiro per il Giarre che si schioda da quota zero punti in classifica. Partono bene gli ospiti, con una punizione di Scapellato che termina a lato. Il Giarre risponde con Aleo e Nirelli, ma i tentativi di entrambi non hanno fortuna. Dopo la mezz’ora, tiro a incrociare di Dumitrascu, ma Caruso riesce a respingere in qualche modo. Prima dell’intervallo ci prova Tomarchio per gli ospiti con una botta dalla distanza, ma Dovara smanaccia in angolo. Nella ripresa, gara altrettanto combattuta, con i tentativi di Patti e Napoli per i padroni di casa e quelli di Tornatore e Scapellato per gli ospiti. Nel finale, forcing del Giarre che passa al 96’: corner battuto da Napoli, Aleo prolunga di testa e Dumitrascu batte Caruso sottoporta.

ROCCA DI CAPRILEONE-SPORTING TAORMINA 2-3 (giocata sabato)

Successo in pieno recupero per lo Sporting Taormina che sale a quota quattro punti in classifica. La gara si è rivelata una vera e propria giostra del gol, con l’equilibrio che si spezza al 22’ grazie alla rete di Emanuele che, approfittando di una distrazione della retroguardia del Rocca porta in vantaggio gli ospiti. I padroni di casa vanno vicini al pari in un paio di occasioni, ma si va all’intervallo sullo 0-1. La musica cambia nella ripresa, con il neo entrato Spinella che al 56’ firma il gol dell’1-1. La rimonta si completa nove minuti dopo, con Carrello che si avventa su un cross di Raveduto e fa 2-1. Nei minuti di recupero, però, succede veramente di tutto con il Taormina che precedentemente si era visto annullare un gol per fuorigioco e al 91’ trova prima il pari con Trovato, in mezza girata e, due minuti più tardi, il gol vittoria con Battaglia.

SAN PIO X-PISTUNINA 1-0

La Pedara San Pio X si impone di misura su un buon Pistunina e conquista la prima vittoria in campionato, portandosi così a quattro punti. Padroni di casa subito pericolosi con Chiavaro e Carbonaro che sfiorano il gol nei primi minuti. È la squadra di mister Pidatella a fare la partita e al 39’ Carbonaro va nuovamente vicino alla marcatura con una conclusione che sfiora il palo. Prima dell’intervallo, è Papale a salvare il Pistunina, respingendo il tentativo di Ranno. La sensazione, anche nella ripresa, è che i locali prima o poi riusciranno a sbloccare il match, ma per loro le cose si mettono male al 57’, quando restano in dieci per l’espulsione di Santonocito. Il gol vittoria arriva soltanto al 79’, quando Cortese sfrutta a dovere un cross dalla destra di Conte e firma l’1-0, risultato che non cambierà più.

ROSOLINI-BELPASSO 4-0

Successo in grande stile per il Rosolini che schianta il Belpasso con un netto poker e si gode il primato in classifica nel girone B di Eccellenza, al fianco del Sant’Agata. Gara a senso unico, quella del “Consales”, con il Belpasso costretto, suo malgrado, ad assistere al trionfo della squadra granata. Il risultato si sblocca poco prima dell’intervallo, quando Ricca combina con Implatini e quest’ultimo serve Germano che da pochi passi mette dentro. A inizio ripresa, ecco il raddoppio firmato da Ulma, con un colpo di testa su corner di Martines. Il tris arriva al 56’ con Germano che scavalca il portiere avversario con un pallonetto di giustezza e trova così il gol della sua doppietta personale. Nel finale, trova la rete anche Implatini, che spinge in rete dopo un assist di Carbonaro.

SANT’AGATA-BIANCAVILLA 2-0

Secondo successo consecutivo per il Sant’Agata che si impone sul Biancavilla e schizza in testa alla classifica in compagnia del Rosolini. Ritmi alti sin dall’inizio con due buone occasioni collezionate dai padroni di casa. Il promo tempo sembra quasi un monologo, con i padroni di casa che reclamano anche un calcio di rigore per un presunto tocco di mano di un difensore ospite su conclusione di Mincica. Nella ripresa, gli etnei restano in dieci per l’espulsione di Viglianisi, arrivata per doppia ammonizione. I biancazzurri, a questo punto, diventano ancora di più padroni del campo e sbloccano il risultato al 70’, quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Aiello si fa trovare pronto e non lascia scampo al portiere ospite. Quattro minuti più tardi, ecco il raddoppio con Mincica che raccoglie una respinta di Sciotto, entra in area e supera Colonna. Il Sant’Agata si limita poi a gestire il risultato e conquista così un successo importante.

MILAZZO-PALAZZOLO 1-1

Termina in parità il big match della seconda giornata tra rossoblu e gialloverdi. Prima occasione per i mamertini che ci provano con Raia, ma Aglianò si fa trovare pronto. Dall’altra pare, ci prova Fichera, con Messina che però manca l’appuntamento col pallone e Fagone che può bloccare. I padroni di casa si ripropongono in avanti con una semi rovesciata di Rasà e con Ancione che, a tu per tu col portiere, spedisce fuori. Milazzo vicino al vantaggio con un autogol rischiato da Conselmo per anticipare Bertino, ma la palla termina fuori. Nella ripresa la gara resta equilibrata e succede tutto nel giro di tre minuti: al 62’ Ricca atterra Lucarelli e l’arbitro concede il rigore che Ancione trasforma. Tre minuti dopo, Filicetti batte Fagone con un mancino imprendibile direttamente su calcio di punizione. Al 72’ entrambe le squadre restano in dieci per i rossi rimediati da Costa e Chiavaro, il match scivola via sul filo dei nervi e consegna un punto a testa.

REAL AVOLA-SCORDIA 0-0

Finisce a reti bianche la sfida tra Real Avola e Scordia. Per la squadra di Pippo Romano si tratta del secondo 0-0 consecutivo, mentre per gli avolesi è il primo punto in questo campionato. Siracusani pericolosi al 14’, quando Lo Coco impegna Pandolfo. Lo Scordia risponde con una punizione di Provenzano che sfiora l’incrocio dei pali. Nella ripresa la gara è decisamente più vivace ed è l’Avola a collezionare le occasioni migliori, come quando, al 61’, Pandolfo è costretto a superarsi su un tiro a botta sicura di Sirugo. Poco dopo, per i padroni di casa, è Frittitta a sciupare da buona posizione. Gli scordiensi sembrano sulle gambe, ma nel recupero ci provano con un missile di Costa che impegna Pizzolato. In pieno recupero, l’ultima occasione è avolese con Rizza che spreca incredibilmente calciando alle stelle da ottima posizione.

Luca Di Noto
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2020 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...