Eccellenza A
 
 
 

Canicattì, Iraci a GS.it: “Si respira aria di professionismo. Obiettivo? Vincere più partite possibili anche se...”


Le esclusive di Goalsicilia.it-L’esterno biancorosso.

Canicattì, Iraci a GS.it: “Si respira aria di professionismo. Obiettivo? Vincere più partite possibili anche se...”

Il Canicattì è considerato tra le big del torneo, a maggior ragione dopo aver vinto due scontri diretti su tre. Uno degli uomini di punta è l’esterno Benedetto Iraci, un lusso per la categoria, che quest’anno sta indossando anche i panni del bomber. Con lui abbiamo fatto il punto della situazione, queste le sue parole a Goalsicilia.it.

Benny, partiamo dal campionato. Due vittorie di fila in due scontri diretti delicatissimi...

“In realtà sono stati tre, però contro il Sant’Agata abbiamo perso da polli. Non dico che avremmo potuto vincere perché sarebbe presuntuoso, sicuramente però il pari era il risultato più giusto. Abbiamo preparato in modo incredibile le gare con Licata e Mazara, le vittorie non sono casuali”.

Chi ti è sembrata più forte delle tre?

“Sono tre squadre completamente diverse. Il Sant’Agata è forte ed organizzata con individualità importanti. Il Licata lo abbiamo affrontato già più volte, ha uomini di punta in tutti i reparti. Il Mazara credo sia la squadra più divertente, ha gente di talento e fantasia come Concialdi e Settecase giusto per citarne un paio, tra l’altro gioca davvero bene. Tutte e tre hanno caratteristiche diverse ma sicuramente sono big, il livello rispetto all’anno scorso si è alzato non poco”.

Il vostro obiettivo qual è?

“Nessuno ha mai detto di voler vincere il campionato, ma c’è grande volontà di fare bene. Siamo consapevoli di avere una società importante e soprattutto seria, uno staff tecnico di primo piano, giocatori di un certo livello ed un pubblico incredibile credimi. Non vogliamo creare aspettative o pressioni, sicuramente giocheremo sempre per vincere e poi alla fine tireremo le somme”.

Insomma sulla carta c’è la possibilità di arrivare tra le prime quattro...

“Da quando gioco cerco sempre di migliorare. L’anno scorso sono arrivato terzo, se ho cambiato squadra è per fare un passo avanti. Insomma arrivare tra le prime tre sarebbe ottimo, certo il primo posto alletta...”.

Mercoledì in Coppa successo sul Favara...

“Non lasciamo niente al caso, è una competizione che può darci soddisfazioni. La rosa è importante, ogni settimana c’è qualcuno in panchina che farebbe il titolare ovunque tipo Prestia o Ciccio Maggio per dire due nomi, addirittura da un paio di gare stiamo giocando senza De Luca. Non è ampissima come altre squadre, ma sono convinto che possiamo portare avanti e bene entrambe le competizioni”.

Domenica altra gara delicata...

“Siamo reduci da tre scontri diretti, preparare questo genere di partite dal punto di vista motivazionale non è difficile. Se siamo una grande squadra, come tutti dicono e come noi stiamo cominciando a capire, lo dobbiamo dimostrare in queste partite. Per noi è un banco di prova importantissimo”.

Alcamo che tra l’altro è reduce da un periodo positivo...

“Ha cambiato da poco allenatore e secondo me ha preso uno tra i più bravi che ci sono in giro (Chico, ndr). Li affronteremo con lo stesso piglio delle gare precedenti, ovviamente l’obiettivo è vincere”.

A livello personale sta andando alla grande...

“Sono sereno e felice. Il gruppo è nuovo ma c’è già un affiatamento assurdo, come ti accennavo prima la società è serissima. Il mister e lo staff ci fanno lavorare davvero bene, non vivevo questo tipo di preparazione dai tempi del professionismo ed i risultati si stanno vedendo. C’è una cura dei dettagli impeccabile”.

Giocherete a Ravanusa e non al “Bordonaro”...

“Sono venuto qua principalmente per il pubblico che credimi è eccezionale. È stata allestita una squadra che deve giocare a calcio, siamo tutti brevilinei e giocare al Bordonaro un po’ ci penalizza, mentre il manto del campo di Ravanusa è fantastico. Ci sono pro e contro. Giocare con 2000 spettatori a sostenerti dà una spinta incredibile ma il terreno ci penalizza, a Ravanusa ci sarà qualche spettatore in meno però dovremmo offrire un miglior calcio. Il top sarebbe avere il manto erboso al Bordonaro, speriamo che prima o poi...”.

Si autorizza l'uso dei contenuti ai fini di cronaca, a condizione di citare GoalSicilia.it come fonte, in base alla legge n. 633/1941 sul diritto d'autore
Dario Li Vigni

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 
 
 
GoalSicilia.it © 2018 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
free circle glug palermo free circle glug sicilia sputnix linux palermo hacking palermo informatica palermo associazione linux lug palermo