Lega Pro C
 
 
 

Messina esulta con Pozzebon e Milinkovic, al Siracusa non basta Valente: è 3-1 allo “Scoglio”


Cronaca e tabellino del match giocato in riva allo Stretto e vinto dai giallorossi con due reti di scarto sugli aretusei.

Messina esulta con Pozzebon e Milinkovic, al Siracusa non basta Valente: è 3-1 allo “Scoglio”

Orfano di Sottil in panchina in quanto squalificato, il Siracusa crolla contro un Messina con un Pozzebon in grande spolvero. L’attaccante sbaglia un rigore, ma segna una doppietta e propizia anche il terzo gol. Buona gara dei peloritani, padroni del campo per gran parte del match, aretusei che provano a reagire soprattutto ad inizio ripresa ma devono registrare meglio una difesa che è apparsa un po’ ballerina. Questa la cronaca ed il tabellino della gara.

PRIMO TEMPO: All’11’ è Baldassin a provarci dalla distanza, Sandurro blocca sicuro. Sono i giallorossi a fare la partita e a protestare con il direttore di gara per un gol annullato a Baldassin, vista la presunta posizione irregolare di Pozzebon. Alla mezz’ora cambia il risultato: Foresta viene atterrato in area da Santurro e per il sig. Paolini è rigore. Dal dischetto Pozzebon non sbaglia, è 1-0. Di fatto non succede più nulla, finisce così la prima frazione, Messina-Siracusa 1-0.

SECONDO TEMPO: Mister Cristaldi, Sottil è squalificato, striglia per bene i suoi nello spogliatoio ed il Siracusa parte forte, provando a creare qualche pericolo alla porta messinese con dei cross che Russo smanaccia con sicurezza. Al 56’ giallorossi vicini al raddoppio: Milinkovic sfonda sull’esterno e crossa, Santurro smanaccia ma è Ionut a raccogliere la sfera e a tentare la conclusione, ancora una volta il numero 1 azzurro è bravo a sventare la minaccia. AL 60’ il pari Siracusa: in seguito ad una maschia in area è Valente il più lesto a piazzare la zampata vincente, è 1-1. Qualche minuto dopo a provarci è Baiocco dai 25 metri, mira imprecisa. Il match scorre via senza particolari sussulti fino all’80’: dalla metà campo del Messina parte un lungo lancio sul quale la difesa azzurra si fa trovare impreparata, Pozzebon entra in area e viene atterrato da Diakitè, per l’arbitro è rigore. Lo stesso attaccante ex Lucchese si incarica della battuta ma Santurro è prodigioso a parare. All’82’ peloritani di nuovo in vantaggio: altro lancio lungo sul quale Diakitè non trova il tempo dell’intervento, Pozzebon entra in area e calcia in modo chirurgico, è 2-1. Al 94’ arriva anche il tris con tutto il Siracusa sbilanciato in avanti: il solito Pozzebon tiene sotto scacco la difesa azzurra, palla a Milinkovic che spara una botta sulla quale Santurro non può nulla. Finisce così allo “Scoglio”, Messina-Siracusa 3-1.

IL TABELLINO:

MESSINA (4-3-3): Russo; Palumbo, Mileto, De Vito, Ionut; Musacci, Baldassin, Foresta; Milinkovic, Pozzebon, Madonia (83’ Capua). A disp.: Brunelli, Ricozzi, Bossa, Akrapovic, Lazar, Rafati, Ferri. All. Marra.

SIRACUSA (4-3-3): Santurro; Brumat, Turati, Diakitè, Dentice; Giordano, Baiocco, Spinelli (83’ De Respinis); Palermo (76’ Catania), Scardina (68’ Talamo), Valente. A disp.: Serenari, Milizia, Orefice, Degrassi, Marullo, Toscano, Longoni, Cassini, Savanarola. All. Cristaldi (Sottil squalificato).

ARBITRO: Paolini di Ascoli Piceno (Trovatelli-Bercigli).

MARCATORI: 31’ e 82’ Pozzebon, 60’ Valente, 94’ Milinkovic.

NOTE: Ammoniti Santurro, Ionut, Palermo, Diakitè. Spettatori circa 2.500.

Si autorizza l'uso dei contenuti ai fini di cronaca, a condizione di citare GoalSicilia.it come fonte, in base alla legge n. 633/1941 sul diritto d'autore
Dario Li Vigni

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 
 
 
GoalSicilia.it © 2019 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
vai sicilia L'ultim'ora del calcio siciliano Le ultime 24 ore del calcio in sicilia Le serie minori del calcio in trinacria