Eccellenza A
Il Troina ne fa tre, bene anche Dattilo e Alcamo. Successi esterni per Mussomeli e Campofranco

Il Troina ne fa tre, bene anche Dattilo e Alcamo. Successi esterni per Mussomeli e Campofranco


Si sono giocate ieri le gare valevoli per l'andata dei sedicesimi di finale di Coppa Italia. Il resoconto delle squadre del girone A.

Gare d’andata dei sedicesimi di finale di Coppa Italia di Eccellenza. Di seguito il resoconto di tutti i match delle squadre che fanno parte del girone A:

DATTILO NOIR-FOLGORE SELINUNTE 1-0 Gara equilibrata e condizionata dal grande caldo quella del "Mancuso" tra Dattilo e Folgore. I rossoneri collezionano un paio di occasioni con Seckan, ma i padroni di casa trovano la rete decisiva all'80' con Civilleri, abile ad anticipare tutti su un traversone di Pisciotta e a mettere in rete. La squadra di mister Terranova prova a reagire e ha una buona occasione con Li Causi, direttamente su calcio piazzato, ma alla fine ad aggiudicarsi il primo round è la formazione di Formisano.

LICATA-TERRANOVA GELA 2-0 Al "Dino Liotta" di Licata, la formazione gialloblu si aggiudica il particolare derby tra neo ripescate contro il Terranova Gela. Prima occasione per gli ospiti con Richella, ma poco dopo la mezz'ora a passare sono i padroni di casa con un autogol di Pizzoleo, che beffa il proprio portiere su un cross di Zarbo per anticipare Genova. Prima dell'intervallo i gialloblu trovano addirittura il raddoppio con Zarbo, ma l'arbitro annulla per fuorigioco. Nella ripresa, ghiottissima occasione per gli ospiti che colpiscono la traversa, ma sul capovolgimento di fronte, al 68', ecco la rete del 2-0 firmata dal bomber Genova che in diagonale supera Tognoni dopo aver ricevuto e protetto la sfera. I ragazzi di Pardo giocano in scioltezza e amministrano il risultato rischiando solo nel finale con Fiore che colpisce la traversa per il Terranova Gela.

NISSA-MUSSOMELI 1-2 Successo storico per il Mussomeli che espugna in rimonta il "Tomaselli" di Caltanissetta. Padroni di casa avanti al quarto d'ora con Strano che approfitta di un errore difensivo per battere Ilardi. La reazione degli ospiti è immediata con Lo Presti che, dopo una cavalcata sulla destra di Panepinto, riesce ad accentrarsi e a battere Pandolfo. Il primo tempo si conclude dunque in parità senza ulteriori sussulti. Nella ripresa, la Nissa si rende pericolosa con Ascia che trova l'incrocio dei pali e colleziona altre diverse occasioni. Il Mussomeli protesta per un gol fantasma non assegnato e trova il gol vittoria all'89' con un eurogol su punizione di Ceraulo.

TROINA-CASTELBUONO 3-0 Esordio stagionale convincente per il Troina di Peppe Pagana che al "Silvio Proto" ha steso il Castelbuono, reduce dal caos che in settimana ha portato al cambio di allenatore. La squadra di casa si porta in vantaggio nel primo tempo grazie a una rete di Melillo direttamente su calcio di punizione. Gli ennesi chiudono i conti e, probabilmente anche il discorso qualificazione, nella ripresa quando prima raddoppiano con Urso Calè dopo una corta respinta di Di Martino su tiro di Souare e poi trovano addirittura il tris al 90' con un rigore conquistato e realizzato da Fabio Marletta. Adesso alla squadra castelbuonese servirà un'impresa nella gara di ritorno per rimettere quantomeno in discussione, la qualificazione.

ALCAMO-PARMONVAL 2-1 Vittoria in rimonta per l'Alcamo che sul neutro di Castellammare del Golfo si impone sulla Parmonval. Ospiti in vantaggio dopo appena due minuti con Caronia, il quale parte in velocità, entra in area e trafigge Ilario. I bianconeri provano a reagire con Jimoh, ma nel primo tempo non trovano mai il guizzo vincente. Questo almeno fino al 52', quando Di Miceli prima si fa stendere in area da un difensore avversario e poi trasforma il rigore ristabilendo la parità. Diciassette minuti più tardi, Alcamo in vantaggio: azione manovrata da Emmolo e Fina, il centrocampista crossa al centro per Di Miceli il quale tocca per Picone che mette in rete. Nel finale, proteste della Parmonval per un gol non convalidato a Caronia e ospiti in dieci per l'espulsione di Alletto per proteste, a cui seguirà anche l'allontanamento dalla panchina di mister Mutolo.

PRO FAVARA-ATLETICO CAMPOFRANCO 0-1 Sconfitta interna per la Pro Favara che al "Bruccoleri" cede di fronte a un Atletico Campofranco apparso più in palla. Padroni di casa vicini al gol al 18' con Cordaro, ma praticamente è l'unica emozione del primo tempo. Nella ripresa gara più viva, con i gialloblu ancora pericolosi con Lo Giudice che si fa ipnotizzare da Semprevivo. I gialloblu continuano a pressare, ma all'82' ecco il gol vittoria degli ospiti: punizione battuta da Lo Nigro che trova in area Pirrotta il quale, tutto solo, batte Barbello di testa. Il gol dello svantaggio innervosisce i giocatori di casa e a farne le spese in pieno recupero è Cordaro espulso per proteste dopo che l'arbitro l'aveva fermato per fuorigioco.

RIVIERA MARMI-PACECO 0-0 Termina a reti bianche il derby tutto trapanese tra Riviera Marmi e Paceco, gara condizionata dal caldo con il termometro che è arrivato a sfiorare i 40 gradi. A farne le spese è stato lo spettacolo, con poche occasioni da una parte e dall'altra. A rendersi pericolosi sono subito i rossoargento con Gulì, la risposta dei padroni di casa invece è affidata a Lamia. Nella ripresa, la Riviera Marmi sembra essere più in palla: l'occasione più clamorosa al 66', quando Riccobono prima conquista un penalty per fallo subìto in area ospite e poi lo sbaglia calciando centrale e permettendo a Jaber di parare. In seguito è nuovamente il caldo a farla da padrone e il risultato non si sblocca fino al termine.

MAZARA-MARSALA 0-1 Successo in trasferta per il Marsala che al "Nino Vaccara" si impone di misura sul Mazara. I canarini restano in dieci al quarto d'ora per l'espulsione comminata a Giacalone dopo un fallo. Poco prima della mezz'ora, buona occasione per Lamine, ma il suo tiro al volo termina fuori. Gli ospiti faticano a costruire e i gialloblu, seppure in inferiorità numerica, continuano a creare pericoli dalle parti di Maltese per tutto il primo tempo e anche a inizio ripresa. Al 52', però, lilibetani in vantaggio: mischia in area mazarese, la sfera finisce a Cefali che firma l'1-0. I canarini provano a reagire con Lamine e Gomez, andando vicini al pareggio con Tedesco. Al 70' ecco la parità numerica: tra i marsalesi espulso Alagna per doppia ammonizione. Nel finale, la squadra di Pensabene ci prova ancora con Licata, ma dopo 4' di recupero sono gli ospiti a festeggiare.

Luca Di Noto
I contenuti vengono rilasciati sotto licenza Creative Commons CC-BY 4.0
GoalSicilia.it © 2019 di Marcello Masotto - via G. Savonarola, 60 – 90135 Palermo – P.I. : 06659860826
Testata giornalistica telematica sportiva iscrizione n.3520/2018 al registro stampa del tribunale di Palermo
Direttore responsabile Dario Li Vigni
Loading...